Londra

Che cosa vedere a Hampstead in una gita di un giorno – Guida a Londra

Black Lane, strada pittoresca ad Hampstead, Londra.

Questo articolo può contenere dei link di affiliazione con enti del turismo regionali o nazionali, strutture o servizi privati. All’interno del mio blog ti suggerisco solo esperienze selezionate che derivano da partner affidabili. Se clicchi su uno di questi link, noi riceveremo una piccola commissione, mentre per te non ci sarà alcun costo aggiuntivo. Questo mi aiuta a mantenere libero questo blog e a produrre nuovi contenuti di viaggio originali.

Nell’immaginario comune Londra è una grande metropoli con strade spaziose, gruppi di grattacieli imponenti e vetrine eleganti. Londra non è solo ciò che trovate a Westminster, nella City o tra le strade di Tower Bridge e Soho. Con il passare del tempo, la città è cresciuta includendo luoghi che, in passato, erano villaggi a sé. Uno di questi è Hampstead, quartiere londinese poco turistico che si trova a poche fermate di metropolitana dal centro, e che probabilmente avrete già sentito nominare in qualche film o serie tv.

Hampstead è tutto ciò che più diverso da “Londra” potete trovare. Viene considerato uno dei distretti più tranquilli, eleganti e benestanti della capitale, e tra edifici sfarzosi con giardini curati, negozietti e coffee shop indipendenti, pub calorosi e accoglienti, troverete anche il grandissimo polmone verde di Hampstead Heath con vista panoramica sulla skyline di Londra. Vi suggerisco di dedicare un giorno intero per assaporare appieno l’atmosfera di Hampstead, passeggiare tre le viuzze a scoprire le targhe blu dei personaggi celebri che hanno abitato le case e scoprire il vasto assortimento di negozi e botteghe indipendenti a lato di High Street.

Con il nuovo post della nostra Guida Local di Londra oggi vi portiamo a scoprire Hampstead, uno dei più belli segreti nascosti di Londra e vi guideremo tra le sue attrazioni, i suoi celebri pub e i negozi più interessanti.

Continuando a leggere troverete:

Per scoprire Londra al meglio affidatevi a un tour privato della città con guide esperte che vi porteranno a scoprire tutti i segreti che si celano attorno alle località più celebri, con qualche piccolo segreto. Se preferite non spendere tanto, scegliete un free walking tour, gratuito e divertente!

Breve storia di Hampstead

Hampstead nasce secoli fa come villaggio sassone. Il suo nome era in passato hamstede, che nella lingua corrente rimanda alla parola inglese homestead, ovvero fattoria. Per secolim la zona di Hampstead rimase un tranquillo villaggio di campagna inglese dove le persone coltivavano i loro campi e conducevano una vita semplice.

Tuttavia, come accadde per molti altri villaggi nei dintorni di Londra, nel XVII secolo diverse personalità di spicco lasciarono la città a causa dell’epidemia del 1665 e del grande incendio del 1666, alla ricerca di un posto salutare che permettesse loro di vivere vicino a Londra senza il caos, lo sporco e il rumore della città.

Iniziarono quindi a comparire le prime ville e case signorili. Fenton House fu una delle prime: costruita nel 1693, prese il nome dal ricco mercante Philp Fenton, che visse qui nel XVIII secolo.

Nel giro di un secolo Hampstead aprì un’area Spa dopo che un certo Dr Gibbson scoprì che le acque che sgorgavano a Hampstead Heath avevano proprietà benefiche. Questo portò sempre più persone a costruire e a spostarsi a Hampstead, che divenne sempre più grande e signorile. Burgh House venne costruita nel 1792, mentre Kenwood House, bellissima residenza ancora oggi aperta al pubblico e visitabile gratuitamente, venne ampliata nel 1760.

Nello stesso secolo la preesistente palude di Hatches Bottom venne prosciugata, vennero costruite nuove abitazioni e la zona venne rinominata “Vale of Health“.

La popolazione crebbe molto velocemente, tanto da trasformare il villaggio in una piccola cittadina, servita da lampioni a gas già nel 1824.

Durante il XIX secolo si vide una crescita esponenziale, specialmente dopo la costruzione della prima linea ferroviaria, in grado di garantire un rapido spostamento da Hampstead per il centro di Londra. Alla fine dello stesso secolo, Hampstead era diventata ufficialmente un’area suburbana della capitale inglese, entrando a far parte della contea di Londra nel 1889.

Da allora la sua fama è cresciuta sempre di più, affermandosi come uno dei quartieri più eleganti, ricercati e costosi della capitale britannica, scelta da personaggi dello spettacolo e attori alla ricerca di un’area collinare verde, tranquilla, con case eleganti e ottimi ristoranti, come solo Hampstead sa essere.

Nel corso dei secoli, e ancora oggi, ospita diversi nomi illustri e famosi. Keats visse a Wentworth Place, per esempio; la celebre scrittrice Katherine Mansfield passò parte della sua vita al numero 17 di East Heath Road. Il famoso artista John Constable visse al numero 40 di Well Walk, come anche Sigmund Freud e George Orwell vissero qui. Attaccate su alcune case potete vedere le targhe blu che indicano i nomi illustri dei loro precedenti proprietari.

Risparmiate sul cambio valuta a Londra

Nel viaggiare a Londra e in Regno Unito ricordate che la valuta locale è la sterlina (pounds). Anziché perdere molti soldi in commissioni e cambio valuta, vi suggerisco di attivare un conto corrente digitale come Wise. Potete gestirlo facilmente da telefono cellulare, ha un costo minimo all’attivazione, non prevede un canone mensile, e dà la possibilità di cambiare al tasso giornaliero in oltre 40 valute. Potrete pagare comodamente con la vostra carta o con il vostro telefono nei ristoranti, sui bus, per entrare in metropolitana e per effettuare ogni spesa! Cliccate qui per maggior informazioni sulle opzioni con Wise.

Come arrivare a Hampstead dal centro di Londra

Hampstead si trova nella zona a nord-ovest di Londra, proprio sopra a Portobello Road e a Camden Town. Raggiungere Hampstead dal centro di Londra è molto semplice grazie ai diversi collegamenti attivi con autobus e metropolitana.

Hampstead è servita da due stazione: Hampstead Station sulla Northern Line (in direzione nord-Edgware, in zona 2) e Hampstead Heath sulla Jubilee Line. Delle due, la prima vi darà diretto accesso su High Street, la strada principale e quartiere di Hampstead, mentre la seconda (West Hampstead) da un più comodo accesso al parco di Hampstead Heath.

Il viaggio in metropolitana dalle stazioni centrali di Bank, London Bridge o King’s Cross sulla Northern Line è di appena 20 minuti ed entrambe le stazioni sono in zona due.

Se preferite viaggiare in autobus (più economico della costosa metropolitana) allora potete scegliere tra diverse linee che da punti strategici della capitale londinese vi garantiranno un semplice trasporto fino a Hampstead. Vi possiamo consigliare la linea 24 da Trafalgar Square a Royal Free Hospital, il bus 46 da King’s Cross a Hampstead o il numero 1 da Aldwych Kingsway a Rosslyn Hill. In gernale quando viaggiate in autobus cercate di sfruttare Google Maps per trovare l’opzione di trasporto che più fa al caso vostro.

Infine, Hampstead può essere raggiunta anche in Overground e con il treno Thameslink.

Che cosa vedere a Hampstead

Il quartiere di Hampstead è uno dei neighbours di Londra caratteristici per la sua eleganze e bellezza sottile, molto diversa dalle luci e la maestosità della City.

Chi viene a Hampstead lo fa per rilassarsi, per ritrovare un po’ di calma e di pace nella tranquilla vita lenta mentre passeggia tra le strade acciottolate o si lascia andare alla quiete più assoluta dei parchi, boschi e giardini che circondano e inglobano il centro del quartiere.

Tra le strade più belle e particolari figura Flask Walk, con tantisimi negozi di artigianato, un fioraio e un bellissimo pub, ma inoltrandovi nel quartiere troverete tante altre meraviglie nascoste su Perrin’s Court Lane, Church Row, Bush Steps, Holly Walk e Heath Street.

Non mancano le sorprese continue, a partire dalla caccia alle targhe blu affisse ai palazzi e che indicano i personaggi famosi che vi abitarono in passato. Riconoscerete qui celebri nomi come Charlie Chaplin e George Orwell.

La passeggiata nel centro di Hampstead vi porterà a scoprire eleganti ville, imponenti palazzi storici e musei, ma non mancheranno le botteghe, i coffee shop, i pub e le bakery per gli amanti di un godurioso spuntino pomeridiano. Prendete qualcosa al sacco e recatevi sui verdi prati di Hampstead Heath, o più su fino a Kenwood House o ancora più in là sulla pergola di Hill Garden.

Respirate l’aria pulita di uno dei parchi più grandi e belli di Londra con vista panoramica sulla città, prima di fermarvi all’Holy Bush, al The Wells Tavern o allo storico Spaniard’s Inn, comparso tra l’altro nel racconto originale di Dracula di Bram Stroker, per gustarvi un ultimo drink nella calorosa atmosfera di un tipico, ed elegante, pub inglese.

Hamsptead vi regalerà una bellissima giornata di relax a pochi passi dal centro di Londra, offrendovi una serie di scorci caratteristici e molto colorati.

La nostra visita ha avuto inizio da High Street, appena al di fuori della fermata metropolitana di Hampstead sulla Northern Line.

Celebrità

A Hampstead e Belsize Park non capita raramente di trovare qualche celebrità mentre si passeggia per la strada. Qui hanno scelto di vivere diversi personaggi famosi come Ricky Gervais, Sting, Lady Judi Dench, Emilia Clarke, Sting, Liam Gallagher, Harry Styles o altri. Prestate attenzione quando camminate per le strade di Hampstead, potreste essere fortunati e fare un incontro fortuito con qualcuno di loro!

High Street

Appena al di fuori della stazione metropolitana vi ritroverete su Hampstead High Street, l’arteria commerciale attorno alla quale si sviluppa il quartiere. Affacciati sulla strada troverete le vetrine di diversi negozi, ristoranti e boutique. Noi siamo siamo scesi brevemente e ci siamo affacciati all’ingresso dell’Hampstead Community Centre dove, durante i fine settimana, sono organizzati mercatini d’artigianato e antiquariato. Ci siano poi diretti nel cunicolo tra il palazzo e l’edificio del Post Office per dare un’occhiata ai negozi locali di frutta e verdura fresche, di formaggi profumati e una piccola pescheria.

Le belle vetrine non si limitano alla sola strada principale, ma vi suggerisco anzi di esplorare le stradine laterali, che nascondono anzi tanti tesori davvero curiosi e interessanti con molti altri locali, gallerie e negozi davvero particolari. Spostandovi da High Street troverete anche strade più quiete e caratteristiche con case eleganti ma non altezzose, terraced house dalle porte variopinte, ognuna con un giardino e un angolo fiorito ben curato.

Su High Street e nei vicoli che si diramano dalla strada potete trovare alcuni piccole perle per deliziare la vostra giornata. Dai cafè indipendenti Ginger and White e Melrose and Morgan, come le deliziose crepês dolci e salate preparate al momento da La Creperie de Hampstead. Ci saranno delizie adatte a ogni palato e a ogni portafogli.

Proseguendo su Perrin’s Lane proseguiamo a nord su Heath Street. Vi suggerisco di salire brevemente e di svoltare subito a sinistra su Church Row.

Holly Walk

Lasciata Heath Street, svoltiamo su Church Row fino alla St John at Hampstead Church, una piccola chiesetta locale dagli interni molto carini. Saliamo quindi a destra imboccando Holly Walk, forse la strada più caratteristica del quartiere con le sue case georgiane dalle porte colorate e la chiesa romana cattolica di St Mary, auto d’epoca parcheggiate davanti alle villette e Holly Berry Lane, un vicolo molto chiaro e silenzioso.

Le targhe blu

Su Holly Street, come anche sugli edifici di Frognal Gardens e di tante altre abitazioni di Hampstead potete trovare delle “blue lauqes”, delle targhe blu e rotonde affisse sui muri esterni delle case e che portano il nome di personaggi storici che hanno vissuto all’interno di questi edifici. Hampstead è stata infatti casa di molti artisti, poeti, fotografi, musicisti e attori. Hampstead è il quartiere con più targhe blu di tutta Londra, circa settanta. Qui si trovano infatti le vecchie dimore di George Orwell, Agatha Christie, T.S. Eliot e moltissimi altri. Vi indico Cannon Place Road se siete interessati a cercarle, essendo la via con più targhe.

Una volta percorsa la strada, svoltiamo a destra su Mount Vernon e seguiamo la camminata rialzata fino a un incrocio circondato da porte eleganti. Imbocchiamo quindi la salita su Hampstead Grove e camminiamo per pochi minuti fino a incontrare, sulla sinistra, una delle prime case storiche del nostro itinerario a Hampstead: Fenton House.

Fenton House

Un altro edificio storico molto celebre e apprezzato nel quartiere di Hampstead è Fenton House su Hampstead Grove, una villa del diciasettesimo secolo in mattoni rossi, cicondata da un’alta recinzione e con un meraviglioso giardino e un orto. Un tempo era appartenuto a un ricco mercante londinese, ora è uno dei beni gestiti dal National Trust ed è stata convertita in un museo dov’è custodita un’ampia collezione d’arte che comprende strumenti musicali, porcellane e altre opere, molti dei quali posseduti dal proprietario originario. L’edificio è aperto solo in alcuni giorni spefici dell’anno (vi consiglio di dare un’occhiata al calendario), con eventi dedicati alle famiglie.

I giardini della dimora vengono spesso utilizzati per vari eventi annuali come la caccia alle uova pasquali e come campo da zucche per Halloween. Il frutteto ha oltre 300 anni e ospita ben 30 qualità diverse di mele. Ogni anno presso Fenton House si tiene la celebrazione della mela durante la quale si ha modo di assaggiare alcune delle deliziose qualità di mele qui prodotte, assieme al miele ai fiori di melo.

Salendo ancora su Hampstead Grove e svoltando a sinistra su Admiral’s Walk ci ritroviamo davanti a uno degli edifici più belli e bizzarri della vostra passeggiata a Hampstead: Admiral House.

Poco più avanti, salendo ancora la collina, arriverete al Hampstead Scientific Society Observatory, l’osservatorio pubblico del quartiere.

Admiral House

Admiral House è un edificio davvero unico, tanto da aver inspirato il personaggio dell’Ammiraglio Bloom nel celebre film di Mary Poppins. La cosa non sorprende siccome P.L. Travers, l’autrice della saga di libri intitolata a Mary Poppins, abitava proprio a Hampstead.

La casa è stata infatti costruita per assomigliare a una barca come voluto dal precedente proprietario, un eccentrico ufficiale della marina, che aveva la bizzarra abitudine di festeggiare e mandare saluti con uno scoppio di cannone! L’edificio ha una costruzione davvero particolare, su più piani e con scalette a pioli esterne che permettono di salire ai piani superiori, proprio come su una nave!

Holly Bush Steps

Nel lasciare Admiral House vi suggerisco di scendere lungo Holly Bush Hill e di imboccare, sulla destra, la breve salita di Holly Mount. La prima cosa che colpirà il vostro sguardo sarà la facciata del bellissimo pub The Holly Bush, storica ed elegante con le diverse piante di fiori ad adornarne le vetrate e l’ingresso.

Noi ci siamo fermati qui per una pinta prima di pranzo e vi posso garantire di come anche l’interno sia straordinariamente bello, con tavoli in legno lucido, poltrone molto morbide e comode, con l’immancabile bancone scuro in legno, il bar e le spillatrici in ottone. Il The Holly Bush fa parte della catena dei Fuller’s Pub, celebre in Inghilterra per l’ottima qualità del servizio e del cibo proposto (con prezzi più alti rispetto alla norma).

Uscendo dal pub e seguendo la strada noterete quindi come, sul lato destro, ci siamo delle case a schiera vittoriane dalle eleganti facciate in mattoni rossi e in pietra bianca. Molto celebre è lo scorcio che potete guadagnare scendendo fino alla fine dei gradini di Holly Bush Steps, proprio a sinistra della strada. Arrivati in fondo vi consiglio di voltarvi per godere della bella veduta sul palazzo che da sulla scalinata e sulla sua porta rosso sgargiante, perfetta per una foto d’impatto.

Heath Street

Nel percorrere i gradini di Holly Bush Steps sbuchiamo su Heath Street, una strada più ampia che nello scendere ricongiunge all’incrocio con High Street, dove affaccia l’ingresso alla metropolitana sulla Northern Line. Camminando lungo Heat Street vedrete come da entrambi i lati affacciano una serie di negozi, bar e ristoranti nonché, poco più su rispetto a Holly Bush Steps, troverete anche la facciata dalla Heath Street Baptist Church, una piccola chiesa in marmo che merita una breve visita.

Tornando verso il centro ci facciamo attirare principalmente dal fragrante odore di pane e cornetti appena sfornati che esce da Heath Street Bakehouse, una delle bakery che vi consigliamo con il cuore per l’ottima qualità dei dolci, dei panificati e per il bell’aspetto del caffè.

The Everyman Cinema

Sembre su Heath Street si trova il cinema Everyman. Si tratta di un piccolo cinema di quartiere dove è possibile ordinare qualcosa da mangiare e da bere mentre si è seduti a guardare il film, una cosa davvero partiolare che sono tentato di fare una volta o un’altra!

Back Lane

Invece di scendere nuovamente su High Street vi suggerisco di deviare giù a sinistra imboccando Back Lane, una stradina con eleganti case a schiera dalle porte colorate e dai giardini ben curati. A guardarle ricordano quasi le abitazioni di un vecchio film Disney ambientato a Londra! La strada è breve e conduce direttamente a Flash Walk, una delle strade più carine e celebri nel quartiere di Hampstead.

Flash Walk

Tra tutte, Flash Walk è forse la strada più autentica in tutta Hampstead, una vicolo che in un breve tratto condensa tutto ciò che c’è di più bello nell’immaginario British collettivo: dalle case in mattoni, i negozietti e le botteghe indipendenti e di antiquariato, un pub elegante in stile vittoriano, un fioraio e un coffee shop che spargono nell’aria i loro profumi rendendo l’aria fresca e profumata. Passato il primo tratto iniziale, più ricco ed elegante, la strada lascia spazio a un tratto più residenziale con case a schiera alternate a cottage a mattoncini, dagli infissi bianchi e dalle porte colorate, per non parlare delle immancabili cabine telefoniche rosse.

Su Flash Walk troverete Odonno’s Ice Cream Shop, una gelateria italiana celebre in tutta la zona.

Burgh House

Nascosto a pochi passi dalle vie del centro di Hampstead, sulla rilassante Wells Walk Road si nasconde Burgh House, una casa costruita nel 1704 riconvertita nell’Hampstead Museum, con un bellissimo giardino all’inglese, con un coffee shop e pasticceria interna dove i giovani del quartiere si ritrovano per bersi un buon cafè o un tè caldo e fare due chiacchiere.

Burgh House è facile da raggiungere e la potrete arrivarci con una breve e comoda passeggata seguendo di Flask Walk.

Nella casa/museo si tengono spesso conferenze, concerti e mostre d’arte, come anche sessioni settimanali di giochi (bridge e scrabble). Il giorno della nostra visita uno dei saloni principali ospitava un festoso matrimonio, mentre il caffè era aperto come tutti i giorni per ospitare i locals intenti a godersi una rilassante domenica pomeriggio.

Salendo al primo piano troverete l’edificio principale del museo dove sono raccolti diversi quadri dedicati a famosi artisti tra cui spiccano Donald Tower, George Chalton e Marcel Breuer. L’esibizione raccoglie anche diversi pezzi d’arredamento originali dei residenti che abitavano questo bellissimo edificio. Tra questi potete notare alcuni pezzi particolarmente pregiati tra cui la sedia Isokon Long Chair e alcune opere di design del padre del Modernismo, Marcel Breuer.

L’ingresso è gratuito, per cui non mancate di visitarla! Noi, purtroppo, non siamo potuti entrare perché proprio quel giorno le sale dell’edificio ospitavano un matrimonio, ed era aperto solo il caffè esterno.

Il numero 2 di Willow Road

Da Burgh House vi suggerisco di scendere fino all’incrocio dove affaccia il The Wells Tavern, un piccolo pub molto pittoresco e con un’ottima cucina. Svoltate quindi a destra e scendete Christchurch Hill per poi seguire su Willow Road. Qui, sulla sinistra al numero 2 di Willow Road troverete una casa molto particolare. Venne costruita negli anni ’30 su progetto dell’architetto ungherese Ernő Goldfinger, fu progettata per essere la casa futuristica di quei tempi. L’esterno in effetti stona con le case georgiane e gli interni, visitabili, non sono da meno.

Proseguendo per un centinaio di metri potete girare a sinistra e guadagnare l’ingresso del parco di Hampstead Heath nella zona dei Mixed Bathing Ponds, gli stagni dove uomini e donne potevano fare il bagno insieme. Seguite su Hill Park Gardens per trovare una bellissima strada affiancata da entrambi i lati da case vittoriane molto eleganti. Deviando fino a Parliament Hill sarete nei pressi dell’abitazione dove un tempo abitò George Orwell, molto vicina alla collina di Parliament Hill e al fantastico punto panoramico sulla città di Londra.

Hampstead Heath Summer Festival

Dal 2010, con unica eccezione nel 2020, si tiene ogni anno l’Hampstead Heat Summer Festival. Si tratta di un evento che condensa in due settimane gare, esibizioni, spettacoli, divertimento e tanto cibo. È un festival artistico e vengono montati diversi palchi sparsi per il quartiere con esibizioni musicali, gare di piscina e persino uno show canino. Ogni giorno troverete un luna park, eventi per famiglie e bambini come la caccia al tesoro, trucchi, bancarelle e chioschi dove potrete assaggiare diverse cucine e comperare oggetti d’artigianato. Assieme a questi, ogni giorno ospita un evento unico, per cui vi suggerisco di dare un’occhiata al calendario degli eventi per non farvi trovare impreparati e godere ciò che meglio preferito del Hampstead Heath Summer Festival, uno degli eventi estivi più attesi per chi vive a Londra! Il festival si tiene ogni anno durante l’ultima settimana di giugno e la prima di luglio.

Hampstead Heath

Una degli aspetti che rendono Londra una città piacevole da vivere è la ricca presenza di grandissimi parchi disseminati un po’ ovunque.

L’area di Hampstead è una zona in sè verde e piacevole, e vanta uno dei parchi più grandi e belli delle capitale: Hampstead Heath, alla cui visita consiglio di dedicare buona parte del vostro pomeriggio. Adoro Hampstead Heath per la grande varietà ricoperta sul territorio. Dimenticatevi i parchi puliti del centro di Londra: qui troverete delle vere e proprie zone boschive con sentieri e percorsi da fare a piedi e in bicicletta, colline e alcuni laghetti dov’è anche possibile fare il bagno.

Hampstead Heath è una delle aree verdi più belle di Londra ed è celebre per le bellissime viste panoramiche sul centro della capitale inglese. Passeggiare tra i sentieri e i percorsi di Hampstead Heath è una delle esperienze più belle da fare in zona.

Comprende Parliament HillGolders Hill Park (con zoo e casa delle farfalle), un lido all’aperto (aperto 365 giorni l’anno), stagni, tre piscine, campi sportivi da giocoHill Garden e così tanto spazio verde da non sembrare di essere ancora in città!

Il film Hampstead o “Appuntamento al parco”

L’area di Hampstead Heat è stata protagonista nel 2017 del film Hampstead, titolo tradotto in italiano come “Appuntamento al Parco”. Il film, con protagonisti Diane Keaton e Brendan Gleeson, racconta in versione romanzata la vera storia di Harry Hallowes, meglio noto come Harry l’eremita. Dopo essere stato sfrattato da casa trovò rifugio proprio a Hampstead Heath dove si costruito una baracca dotata di tutti i comfort per vivere in tranquillità. Finché dopo più di vent’anni nella brughiera, il Council provò di nuovo a sfrattarlo dal terreno per costruirvi dei nuovi appartamenti. Harry vinse la causa contro il Council perché, dopo aver vissuto lì per 12 anni, aveva acquisito diritto legale sulla proprietà. Il film venne prodotto e girato a seguito della morte di Harry, avvenuta nel 2016.

I Bathing Ponds

Nel camminare attraverso Hampstead Heath noterete la presenza, in diversi punti del parco, di piccoli laghetti facilmente accessibili da riva. Si tratta di veri e proprio laghetti adibiti al nuoto, alcuni dedicati appositamente a uomini, altri alle donne e altri ancora comuni. Sono aperti durante tutto l’anno, ma come potete immaginare ben più affollati nei mesi caldi e dotati, in alcuni periodi dell’anno, anche di bagnino per la sicurezza dei bagnanti. Avreste mai pensato di fare un bagno all’aperto a Londra? Nel quartiere di Hampstead lo potete fare, senza grandi rischi (a parte il freddo!) o problemi di alcun genere.

Parliament Hill

Rimarrete a bocca aperta nel raggiungere la cima di Parliament Hill. Collegata al resto del parco e alle zone residenziali adiacenti da diversi sentieri, Parliament Hill si eleva di 90 metri rispetto al livello della città e offre uno spledido panorama sull’area circostante, con una bellissima veduta sullo skyline di Londra. Sedetevi per qualche minuto sulle panchine per mangiare uno spuntino o semplicemente per rilassarvi e godere di questa veduta sensazionale, la fatica vale decisamente la pena!

La collina è anche conosciuta come Kite Hill perché qui, nel corso di molti weekend, si incontrano gli appassionati di aquiloni.

Parliament Hill Farm Market

Se visitate Hampstead durante il sabato allora non potete mancare di acquistare qualcosa al Parliament Hill Farm Market. Prima di lasciare Parliament Hill in direzione dei bacini e di Kenwood House vi suggeriamo una deviazione scendendo in direzione di Dartmouth Park, dove ai piedi della collina si tiene ogni sabato, dalle 10:00 alle 14:00, un mercato degli agricoltori con prodotti di vario genere: carne, formaggi, frutta e verdura ma anche pane, prodotti di pasticceria, tisane, liquori e prodotti d’artigianato fatti a mano. Scendendo per acquistare un caldo caffè e gustare una fetta di torta o un cinnamon bun, così da rimettervi in forze prima di risalire ed esplorare le meravigliose zone verdi di Hampstead Heath.

Kenwood House

Da Parliament Hill potrete raggiungere Kenwood House in circa 30 minuti di passeggiata attraverso il parco. Kenwood house si trova nel confine settentrionale di Hampstead Heath ed è una delle ville storiche della zona, convertita in un museo ad accesso gratuito per volere del proprietario, Lord Iveagh, il cui vero nome era Edward Guinness (sì, proprio il Guinness che fondò il birrificio di Dublino), che nel 1927 decise di donarla alla proprietà come luogo di cultura per la comunità londinese. Costruita intorno al XVII secolo, fu poi trasformata in una villa in stile neoclassico verso la fine del ‘700 e mostra ancora oggi i segni dell’ultima trasformazione.

Una location più volte comparsa sul grande e piccolo schermo

Riconoscerete di sicuro la villa in alcune scene del film Notting Hill e di Orgoglio e Pregiudizio, la serie tv del 1995 con Colin Firth.

Dall’ampio parco esterno fino ai bellissimi saloni interni, Kenwood House è una piccola meraviglio nascosta a Londra. All’interno delle stanze si possono ammirare una sontuosa libreria e una pregevole collezione di opere d’arte di vari artisti, tra cui Rembrant, William Turner e Veermer. Affianco alla villa è presente anche un piccolo negozio di souvenir e un delizioso caffè con tavoli sia all’interno che all’aperto.

Fate una fermata a Spaniards Inn

Nell’uscire a nord di Hampstead Heath al termine della visita vi suggerisco di fermarvi allo Spaniards Inn, fondato nel diciassettesimo secolo, è menzionato da Charles Dickens in The Pickwick Papers e da Bram Stoker in Dracula. Ai nostri giorni il pub accoglie con calore ed eleganza. Ha una bellissima sala interna con un camino molto particolare e uno dei beer garden più belli e premiati dell’intera Inghilterra. Non guasta che il pub sia dog friendly con biscotti e acqua gratuita per gli amici a quattro zampe, e nel frequentarlo ci si trova spesso in compagnia di simpatici cagnetti.

Hill Garden e la pergola

Nel lasciare Hampstead Heath vi suggerisco di fare una deviazione verso Hill Garden, una meta poco conosciuta a chi non conosce bene la zona.

Il giardino è stato ricavato dai territori dell’ex tenuta del visconte di Leverhulm, un ricco produttore di saponi per le mani e prodotti per la casa. Gran parte della sua tenuta sono stati recentemente trasformati in appartamenti di lusso, mentre il suo giardino, ben curato e suddiviso in aiuole, contiene diverse erbe, fiori, piante di diversa specie e dei bellissimi roseti.

Proprio a lato del giardino si trova la bellissima Pergola, un lungo percorso rialzato in marmo tra archi e colonne in stile dorico e nicchie da cui è possibile godere dal panorama sul giardino e sul bosco circostante. Le colonne sono ricoperte da piante rampicanti e sono presenti delle panchine su cui è possibile sedersi e ammirare lo stupendo panorama.

Per raggiungere la Pergola potete accedere dal giardino o seguire la strada in prossimità della North East Way e seguite la stradina sterrata nei pressi del complesso residenziale di Inverforth House.

Passerete lungo un sentiero a lato bosco fino ad arrivare al termine della pergola, dove è presente un punto di accesso. La Pergola è a tratti momentaneamente chiusa per motivi di restauro.

Altre attrazioni nel quartiere di Hampstead

Vi lascio infine una descrizione delle attrazioni all’interno del quartiere di Hampstead che si trovano in una posizione più defilata. Non le ho visitate personalmente, ma fanno parte dell’importante patrimonio culturale della zona. Fossi in voi ci farei un pensiero e, se avete abbastanza tempo a disposizione, valutate di andare a visitarle. Potete trovare la loro posizione nella mappa a fondo pagina, come per le altre attrazioni elencate in precedenza all’interno del post.

Freud Museum

Tra le fermate da considerare in una visita a Hampstead c’è anche il Freud Museum, luogo dove il celebre psicanalista visse dal 1938, anno in cui a causa delle sue origini ebree decise di scappare dall’Austria assieme alla sua famiglia dopo l’annessione nazista del Paese. Qui purtroppo visse per un solo anno, in quanto morì nel 1939, ma la famiglia Anna vi rimase fino alla data della sua morte nel 1982. Da anni l’abitazione è stata convertita in un museo aperta al pubblico (previa l’acquisto di un biglietto d’ingresso), per volere della stessa figlia. All’interno è possibile visitare la biblioteca personale e lo studio di Freud, che presente una serie di antichità e il divano dove accoglieva i suoi pazienti, portato per volere dello psicanalista dalla sua abitazione a Vienna.

Keats House

Tra le celebri ville e dimore storiche di Hampstead, Keats house è una delle più conosciute in quanto ospita il museo dedicato al poeta inglese, realizzato nell‘abitazione dove lo stesso visse dal 1818 al 1820, prima di trasferirsi a Roma. Qui ha composto alcune delle sue opere più famose. Il museo custodisce ancora dei suoi manoscritti e degli oggetti a lui appartenuti, come alcuni appunti che sono poi serviti nel processo di creazione di alcune delle sue opere più famose.

Dove mangiare e bere a Hampstead

Il quartiere di Hampstead Heath raccoglie pub, ristoranti, bakery e cofee shop di buona qualità.

Inizio parlando di alcuni dei pub più celebri e apprezzati della zona, quei locali dove potete recarvi per un pasto e per un semplice drink con la certezza di uscirne completamente soddisfatti.

  • Il primo della lista è The Holly Bush, una vera e propria istituzione a Heampstead Heath. Accogliente, elegante, con un’atmosfera da classico pub inglese con focolare, divanetti in pelle e arredi in legno scuro. Vene aperto nel 1790! Qui potete aspettarvi il meglio della cucina tradizionale da pub, come anche ottime birre alla spina e una selezione dei migliori cocktail dal listino. Non mancate di visitarlo per il tradizionale Sunday Roast la domenica a pranzo, ma aspettatevi costi un po’ più alti e di dover prenotare per assicurarvi un posto al tavolo.
  • Un’ottima alternativa è The Wells Tavern, un altro piccolo pub dall’aspetto molto curato ed elegante situato strategicamente sulla strada che da High Street porta a Hampstead Heath. Ha interni molto calorosi e comodi, con qualche tavolino all’esterno. Anche qui la cucina è molto buona e ha una buona selezione di birre tradizionali alla spina.
  • The Spaniards Inn si trova ben lontano dal centro di Hampstead, ma merita una menzione speciale. Venne fondato nel XVII secolo e compare nei romanzi The Pickwick Papers di Charles Dickens e in Dracula di Bram Stroker. Non solo a questo deve però la sua fama! Il locale è straordinariamente bello sia all’interno che all’esterno, con grandi saloni ben curati e un favoloso giardino esterno adatto sia agli escursionisti che ai loro cani. Il locale propone sia cucina che servizio bar ed è sempre molto affollato, per cui vi suggerisco di prenotare per tempo – anche per bere una birra – nel caso vi ci rechiate nei giorni del fine settimana, quando il pub è generalmente molto richiesto.

Per uno spuntino veloce vi suggerisco invece di affidarvi ai coffee shop e alle botteghe lungo High Street e sulle sue strade laterali.

Parto dal citarvi la celebre La Creperie de Hampstead su Perrin’s Lane, ben visibile dalla strada principale. Non fatevi spaventare dalla lunga fila – sempre presente. Scorre in fretta e verrete serviti in qualche decina di minuti. Il locale – o meglio dire il banchetto – offre deliziose crepes dolci e salate da prendere e portare d’asporto fino ad una panchina sui verdi prati di Hampstead Heath.

Come vi accennavo, non mancate il Parliament Hill Farmer’s Market a Hampstead, ogni sabato dalle 10:00 alle 14:00. Assieme a frutta verdura, carni e pesci freschi, il mercato ospita anche i banchi di boulangerie e food truck con cucina inglese e internazionale. Un’ottima alternativa per un pranzo caldo, gustoso ed economico.

Proseguo con i coffee shop, parte integrante della vita cittadina e dei quartieri. Come potete vedere voi stessi lungo la strada è colmo di bakery, boulangerie e coffee shop, tutte di ottima qualità. Oggi non voglio però parlarvi delle solite catene come Paul’s o Nero Coffee. Sono sì buone, ma penso abbia molto più senso provare le piccole realtà locali, anche queste molto gustose e di pari qualità, se non migliore.

  • Ginger & White si trova a pochi passi da High Street, su Perrin’s Court. Specializzata nella produzione di caffè gustosi e cremosi, si contraddistingue per le sue torte buonissime, i cookies, le molte pastries (croissants, donuts, pain au chocolat e tantissimi altri) e i prodotti a base di cioccolato. La pasticceria vende molti dei suoi biscotti e delle sue creme anche online, offrendo la possibilità di gustare le loro delizie facendole arrivare direttamente a casa, sempre se siete tra i fortunati che vivono nei dintorni! Il brand si divide su due locali, uno di fronte all’altro di cui la sede storica, battezzata simpaticamente con il nome di Ginger At the Window, vende caffè e pastries solo d’asporto, così da non disturbare chi vuole sedere al tavolo, nella nuova sede.
  • Karma Bread Bakehouse: si trova un po’ più defilata delle altre opzioni di cui vi ho parlato, ma vi posso garantire che è di una qualità inarrivabile! Dal pane fresco, fragrante e croccante, i prodotti da forno dolci e salati. Si tratta di un paradiso per i cinque sensi, provare per credere!
  • Heath Street Bakehouse un po’ meno celebre delle precedenti, ma comunque molto buona. Serve ottimi caffè, prodotti di panificio e di boulangerie ogni giorno. A differenza delle precedenti prepara anche piatti caldi e freddi ogni giorno con la possibilità di scegliere tra sandwich, insalate, bruschette e zuppe.

Altre alternative molto apprezzate nel quartiere sono The Coffe Cup e Kape Barako, entrambe su High Street. La seconda è celebre per essere un piccolo coffee shop ricavato da una tradizionale cabina telefonica rossa!

Per finire vi suggerisco anche Oddono’s su Flash Walk che prepara un gelato molto simile ai nostri miglior i gelati italiani. Provare per credere!

Se nessuno di questi locali facesse al caso vostro vi suggerisco di dare un’occhiata alle vetrine su High Street, su Flask Walk e lungo Heath Street. Troverete tante altre opzioni, come la pizzeria tradizionale italiana L’Antica Pizzeria e Jin Kichi, un ristorante giapponese molto in voga (non troppo adatto ai viaggiatori low cost come siamo noi).

Proseguite con la vostra visita con una cena in centro

Una volta lasciato Hampstead potete controllare il vostro orologio e scegliere di proseguire la vostra visita risalendo sulla Norther Line fino a Chalk Farm e terminare la serata a Camden Town, visitarne il mercato e lasciarvi andare alla ricca e vivace vita notturna della zona. Oppure proseguite ancora e scendete a Euston, a George Street o a Tottenham Court Road e proseguire tra le luminose e affollate strade del centro.

Guida local e low cost alla città di Londra

Hampstead è solo un’area in uno dei 32 quartieri (neighbours) in cui è suddivisa Londra, tutti diversi tra loro e ognuno da visitare con interesse e curiosa attenzione. Navigando nel blog, con il tag “Guida a Londra“, potete trovare una serie di post utili per organizzare la vostra visita a Londra e per imparare a scoprirne ogni angolo come un vero local.

La guida è completa di una mappa che raccoglie le attrazioni quartiere per quartiere (la andremo a completare un po’ alla volta, man mano che visitiamo la città) e include una serie di mini-guide dedicate ai quartieri che finora abbiamo visitato in città:

Guida per visitare Londra low cost

Continuando a leggere troverete anche una serie di contenuti che pensiamo vi possano essere utile per imparare a vivere Londra al meglio risparmiando sui costi e senza cadere nelle trappole per turisti:


Con questo siamo giunti alla fine di questa guida dedicata al quartiere di Hampstead a Londra, un angolo tanto elegante, verde e pacifico della capitale che quasi sembra di non essere in città.

Tappa poco conosciuta tra i viaggiatori e i turisti, Hampstead è perfetta se tornate a Londra per una seconda e/o una terza volta, e se rimanete in città a sufficienza da poter dedicare un giorno intero a una visita fuori porta. Se potete scegliere andate a visitare Hampstead, non ve ne pentirete!

Se avete domande, richieste di suggerimenti o consigli su Londra o su qualsiasi altro argomento, non esitate a contattarci! Vi leggiamo e rispondiamo sempre con molto piacere.

Buona giornata e buon viaggio!