Porto

Che cosa vedere a Porto: guida alla attrazioni e ai quartieri della città

Vista della città di Porto dalla Ribeira di Villa Nova de Gaia.

Questo articolo può contenere dei link di affiliazione con enti del turismo regionali o nazionali, strutture o servizi privati. All’interno del mio blog ti suggerisco solo esperienze selezionate che derivano da partner affidabili. Se clicchi su uno di questi link, noi riceveremo una piccola commissione, mentre per te non ci sarà alcun costo aggiuntivo. Questo mi aiuta a mantenere libero questo blog e a produrre nuovi contenuti di viaggio originali.

Porto è la seconda città più grande del Portogallo, una destinazione che spicca per il suo carattere, per i suoi costumi e per il forte accento che la distingue da Lisbona, la capitale del paese.

La città che ha dato il nome al Portogallo conquista fin da subito grazie alla sua sua architettura barocca e al massiccio uso delle azulejos, ai suoi vicoletti a scendere il versante della valle alla foce del Douro regalando vedute mozzafiato e al quartiere della Ribeira, dal quale si ammira un panorama pazzesco sul Ponte Dom Luis I, una costruzione in ferro realizzato da un vicino collaboratore di Gustave Eiffel.

Riconosciuta dal Patrimonio dell’UNESCO dal 1996, Porto è una città economica e sicura, accogliente e ricca di storia ma allo stesso tempo contemporanea e creativa. Si contraddistingue per la sua gastronomia (francesinha, tripas e il famoso vino do Porto) e per l’autenticità dei suoi quartieri, che dietro all’apparente facciata turistica nascondono una quotidianità fatta di tradizioni, cultura e una forte accoglienza. Visitare Porto richiede non più di due o tre giorni, durante i quali si rimane facilmente affascinati di fronte a una realtà tanto piccola, elegante, ma al contempo diversificata e ricca di attività, tour ed esperienze da fare, sia di giorno che in serata.

Con questo articolo vi consiglio che cosa vedere nei principali quartieri di Porto e nella vicina Villa Nova de Gaia, per chiudere con alcuni consigli su che cosa vedere nei dintorni e sulle spiagge più belle raggiungibili dalla città.

Alla fine trovate un sunto di tutte le attrazioni elencate con una pratica mappa per visualizzarle!

Continuando a leggere troverete:

La Porto Card

Per spostarvi velocemente tra i sali scendi della città vi suggeriamo di affidarvi alla Porto Card. Della durata da 1 a 4 giorni consente l’accesso a bus e metropolitana, con ingresso gratuito alla maggior parte delle attrazioni e varie scontistiche aggiuntive in altre, in negozi e in ristoranti.

Cosa vedere a Porto: lista delle attrazioni principali divise per quartieri

Io e Martina abbiamo vissuto in città da nomadi digitali per un mese, periodo che ci ha permesso di imparare moltissimo su Porto, sulla sua vita e sulle sue aree più affascinanti e caratteristiche. Parto condividendo una mappa che vi aiuterà a suddividere le attrazioni per quartieri, seguendo lo stesso ordine utilizzato per raggrupparle qui di seguito all’interno del post. Le attrazioni sono rappresentate in colori differenti. Troverete anche (in viola) le location dei nostri punti panoramici preferiti in città.

  • Baixa: in blu
  • Ribeira: in marroncino
  • Villa Nova de Gaia: in giallo
  • Bolhao: in rosso
  • Cedofeita: in arancione
  • Boavista: in verde scuro
  • Fez de Douro: in verde acqua.

Free tour della città

Se siete nuovi in città e volete adattarvi e scoprirla in fretta vi suggerisco di prendere parte a un free tour della città, come anche una pedalata in electric bike o un free tour della Ribeira, il quartiere che affaccia sul fiume e sul Ponte Luis I. Durano solitamente un paio d’ore, durante le quali una guida locale vi racconta della storia e dei segreti di Porto, condividendo utili consigli su che cosa visitare e come viverla al meglio! Noi abbiamo scelto il primo non appena siamo arrivati in città, è stato un ottimo espediente per rompere il ghiaccio e ambientarci.

Baixa / Sé

L'Igreja do Carmo nel quartiere di Baixa a Porto, Portogallo.

Parto parlando di uno dei miei quartieri preferiti a Porto, quello di Baixa. Lo adoro per via della conformazione molto caotica, quasi casuale, con bellissimi palazzi, negozi e attività commerciali incastrati tra le strade eleganti del centro e i sali-scendi di collina. Baixa raccoglie alcune delle strade e delle attrazioni principali che visiterete nella vostra vacanza a Porto. Qui troverete alcuni dei punti di interesse più importanti e apprezzati da cittadini e viaggiatori come la Piazza Libertade, la chiesa e la Torre di Clérigos e la libreria Lello.

Ci sono poi la stazione di São Bento e l’Igreja do Carmo, celebri per le pareti ricoperte di azulejos, ma anche il Municipio di Porto e le due celebri strade dello shopping di Avenida dos Aliados e Rua de Santa Catalina, dove troverete anche il famoso Majestic Café. Baixa confina con il piccolo quartiere di Sé che, alla sommità dei molti vicoli che lo compongono, ospita la maestosa Sé do Porto, la cattedrale cittadina.

Baixa è un quartiere particolarmente apprezzato tra i giovani e le coppie che lo scelgono per gli ottimi collegamenti a piedi o con i mezzi pubblici, gli alloggi economici e la vasta presenza di locali e ristoranti dall’ottima qualità e dai prezzi vantaggiosi.

Se di giorno è un simbolo culturale, la sera si anima di vita notturna, con feste e musica a tutte le ore.

Vi lascio infine un link con alcuni consigli su dove dormire nella Baixa di Porto spendendo poco!

Ora vediamo che cosa è bene non mancare durante una visita del quartiere di Baixa a Porto!

Igreja dos Carmelitas e Do Carmo

Separate da una stretta abitazione costruita appositamente per evitare i rapporti tra le monache di Igreja dos Carmelitas e i monaci di Igreja do Carmo, le due chiese di Carmelitas (a sinistra) e Do Carmo (a destra) sono due tra gli edifici religiosi più belli di Porto.

La prima, l’Igreja do Carmo, si presenta come un edificio in stile roccocò o tardo barocco. L’esterno è eccezionale, interamente ricoperto da azulejos blu e bianche aggiunti nel 1912 utilizzando le piastrelle realizzate dall’artista Silvestro Silvestri a Villa Nova de Gaia. L’insieme delle piastrelle descrive scene della fondazione dell’Ordine dei Carmelitani e del Monte Carmelo.

Proprio accanto, la Igreja dos Carmelitas venne annessa a un convento (non più esistente) a metà del XVII secolo e venne completata nel 1628. La facciata è in granito e ha tre ingressi sormontati da statue. Proprio affianco noterete un unico campanile ricoperto da azulejos. L’interno è a navata unica, con sei cappelle laterali riccamente decorate.

Un primo consiglio per la vostra passeggiata

Passeggiando nel quartiere potete raggiungere il bellissimo Giardino di Cordoaria, un parco alberato con sculture dove potrete respirare un attimo prima di scendere lungo la Ribeira.

Informazioni per la visita alle Igreja dos Carmelitas e Do Carmo di Porto

  • Orari di apertura:
    • tutti i giorni / 09:30 – 17:00 /;
    • gli orari possono variare durante le festività comandate e religiose;
  • Costo dell’ingresso:
    • Adulti: 5 euro;
    • Non sono previste riduzioni per studenti o anziani;
  • Durata della visita: 30 minuti

La Livraria Lello

La famosa scala in legno nella Livreria Lello a Porto

La Livraria Lello è una delle tappe più celebri nella città di Porto, famosa nell’immaginare comune per il legame con l’autrice di Harry Potter.

L’autrice della celebre collana di libri, durante la sua permanenza a Porto (era sposata con un portoghese) visitava spesso la libreria, e si ispiro all’edificio per alcune delle sue ambientazioni, come la scala di Hogwarts e la libreria di Diagon Alley.

Indipendentemente dal forte legame sentito dagli amanti della saga di Harry Potter, la libreria è stata eletta come la più bella al mondo da Lonely Planet e merita una visita.

Venne fondata nel 1840 dai fratelli José e António Lello per diventare in meno di un secolo una vera e propria icona per la città di Porto. Ciò che ha stupito J.K. Rowling, come migliaia di altri visitatori prima e dopo di lei, è la sua architettura, in stile neogotico, con una facciata decorata da sculture, ornamenti e da un’incredibile vetrata colorata.

L’interno è in legno liscio ed elegante, e ciò che attira subito lo sguardo è la splendida scala in legno intagliato che, dal centro della libreria, si estende verso l’alto per aprirsi sui due lati, dando la sensazone di un’atmosfera magica e fiabsesca.

L’ingresso alla libreria richiede l’acquisto di un biglietto ed è scaglionato in slot di 30 minuti. Il costo include un voucher per l’acquisto di un libro, ed è quindi rimborsato se comperate qualcosa. Essendo una delle attrazioni più celebri e visitate in città ha sempre una lunga fila all’ingresso e vi consiglio quindi di visitarla la mattina presto o nel tardo pomeriggio, meglio se acquistando il biglietto online per aggiudicarvi l’ingresso in uno slot ben specifico. Noi ci passavamo spesso davanti durante le passeggiate serali, per cui l’abbiamo visitata in un tardo pomeriggio in settimana, quando c’era poca fila.


Informazioni per la visita alla Livraria Lello di Porto

  • Orari di apertura:
    • dal lunedì al sabato / 09:00 – 19:00 /;
    • chiuso la domencia;
  • Costo dell’ingresso:
    • Biglietto silver: 8 euro, include l’ingresso e un voucher di 8 euro per l’acquisto di un libro;
    • Biglietto gold: 15 euro, include l’ingresso e un libro a scelta tra quelli proposti;
  • Durata della visita: 30 minuti;
  • Sito web ufficiale: https://www.livrarialello.pt/.

La Torre dos Clérigos

Celebre campanile e punto panoramico nella zona della Baixa, la Torre dos Clérigos è alto 76 metri e sorge affianco all’omonima chiesa, una delle attrazioni più celebri in questa zona della città (e una delle mie preferite).

La sua costruzione, risalente al 18esimo secolo, fu affidata all’italiano Nicola Nasoni. Gli esterni sono in stile barocco, mentre gli interni sono completamente ricoperti in marmo e in granito.

La torre può essere salita acquistando un biglietto d’ingresso (sia in loco che online). Una volta calpestati i 225 gradini fino alla sommità godrete di una delle viste più belle sulla città di Porto, a 360 gradi sulla città, con scorci sulla Baixa, sulla Ribeira fino al fiume Douro e a Villa Nova de Gaia.

La chiesa si può visitare gratuitamente e merita una visita! Al suo interno ospita ogni sera uno spettacolo di realtà immersiva con immagini e video in movimento proiettati sulle pareti e sulle volte interne. Si tratta di un viaggio alla scoperta della poesia di Alvaro de Campos.


Informazioni per la visita alla Torre dos Clérigos a Porto


Centro Portugues de Fotografia

Il Centro Portugues de Fotografia si trova all’interno di uno degli edifici più storici di Porto, a pochi passi dal giardino Cordoaria e accanto alla maestosa Torre dos Clérigos.

L’edificio esiste da ben prima che fungesse la funzione di museo. Per molti anni fu infatti la sede della Corte d’Appello, nonché una prigione che ospitò per quasi 200 anni i criminali della città, incluso lo scrittore portoghese Camilo Castelo Branco, accusato e condannato per adulterio con Ana Plácido, anche lei incarcerata in questa prigione.

Dal XX secolo i lavori di restauro hanno permesso di instaurarvi il Centro di Fotografia Portoghese, un museo con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il patrimonio fotografico portoghese, con mostre ed esibizioni all’interno delle vecchie celle. L’ingresso è a pagamento.


Informazioni per la visita al Centro Portugues de Fotografia a Porto

  • Orari:
    • dal martedì al venerdì / 10:00 – 18:00 /;
    • sabato e domenica / 15:00 – 19:00 /;
    • lunedì: chiuso;
  • Costo del biglietto: ingreso gratuito;
  • Durata della visita: da 60 a 90 minuti;
  • Sito web ufficiale: https://cpf.pt/.

Manteigaria e la Stazione di São Bento

Porto possiede una delle stazioni ferroviarie più belle al mondo e porta il nome di Stazione di São Bento. Da qui partono la maggior parte dei treni diretti verso le altre grandi città del Portogallo, come Lisbona, Guimaraes e Braga, ma anche i convogli regionali e i vagoni internazionali.

La stazione risale all’inizi del 1900 e venne realizzata utilizzando lo stile della scuola Beaux-Art di Parigi. Una volta varcate le porte in legno che limitano la soglia vi ritroverete nel grande atrio, tutto ricoperto da azulejos bianche e blu. Lo spettacolo, devo ammettere, mi ha lasciato di stucco! Sono ben 500 metri quadri con 20.000 piastrelle che nell’insieme ricostruiscono e raccontano scene differenti. Queste rappresentano la storia del Portogallo dalle sue origini a oggi, con i suoi re e gli eventi chiave che hanno giocato la storia del paese. Ci sono poi scene della vita quotidiana e che mostrano alcuni momenti legati i mezzi di trasporto in città.

L’opera fu affidata al celebre artista Jorge Colaço che riuscì a creare qualcosa di veramente unico, tanto che basta guardarsi intorno per ritrovarsi pietrificati dallo stupore.

Free tour a Tema Azulejos

Se siete incuriositi di scoprire di più sulla storia degli azulejos e sulle opere d’arte più celebri a Porto, all’ora potete prendere parte a un free walking tour di 2 ore e 30 minuti, che vi porterà alla scoperta di alcuni degli angoli più belli di Porto, in cui queste iconiche piastrelle sono le protagoniste. Noi non lo abbiamo ancora provato, ma ci contiamo di farlo quando torneremo a Porto questo mese di luglio!

Una sosta per visitarla vi richiederà giusto pochi minuti e la posizione è centrale alle altre attrazioni, specialmente la Sé da Porto, per cui non avete scuse per fermarvi!

Le vaschettine con la pasta in preparazione delle pasteis de nada di Manteigaria a Lisbona.

Una volta usciti vi consiglio di prendere una deviazione verso Rua das Flores, una strada dove molti palazzi sono decorati con azulejos. Da entrambi i lati sorgono diversi bar e cafè: noi vi consigliamo di proseguire fino all’Igreja da Misericórdia e di fare una deviazione alla pasticceria Castro famosa per fare delle ottime pasteis de nata. Un’ottima alternativa, anche questa molto famosa in città, è Manteigaria, dove sfornano pasteis de nata calde tutto il giorno!


Informazioni per la visita alla Stazione di São Bento a Porto

  • Orari: 24 ore su 24;
  • Costo del biglietto: ingreso gratuito;
  • Durata della visita: 30 minuti;

Avenida dos Aliados

La Avenida dos Aliados è considerata il cuore di Porto, una via imponente circondata da edifici ornamentali di vari stili architettonici, dal neoclassico al Beaux-arts francese. Costruita con l’intento di impressionare, ospita hotel prestigiosi e istituti bancari. Questa piazza mi ha sempre affascinato, per via delle sue grandi dimensioni e dei bellissimi edifici che l’abbracciano.

Il nome deriva dal trattato anglo-portoghese del XIV secolo, la più antica alleanza ancora in vigore al mondo, che simboleggia il legame storico tra Portogallo e Regno Unito. La presenza di monumenti come il Peninsula War Monument a Boavista rafforza ulteriormente questo legame.

La strada ha assunto la sua forma attuale solo nel 1916, con il municipio e la Praça do General Humberto Delgado che dominano la sua estremità. I suoi edifici sono caratterizzati da dettagli architettonici flamboyant, tra cui il famoso Café Imperial. Ora una filiale della diffusa catena di fast food McDonald’s, è stato comunque citato come il “più bello del mondo”. L’esterno è rimasto molto simile a prima, completo dell’aquila imperiale, mentre l’interno è stato lasciato praticamente intatto. Ne potete apprezzare i vetri colorati art decò e i lampadari d’epoca mentre ti gusti un Big Mac e patatine.

Alla fine dell’avenue, Praça da Liberdade ospita il lussuoso hotel Palácio das Cardosas, un tempo un convento del XVIII secolo. Una passeggiata sulla piazza è quasi d’obbligo, e rimarrete facilmente impressionati dalla sua bellezza per cui non mancate di visitarla!

La Cattedrale di Porto (Sé do Porto)

La Cattedrale di Porto, o semplicemente Sé do Porto è una delle chiese più antiche del paese. Costruita nella parte alta del quartiere di Sé, risale al XII secolo, periodo in cui la città riuscì a scacciare i mussulmani che dominavano gran parte della penisola iberica da secoli.

Proprio per questo lo stile iniziale della cattedrale di Porto è romanico, con la facciata e le due enormi torri campanarie. Gli interni subirono diversi fasi di lavorazione con l’ultima, la più importante, che le ha donato fattezze barocche. Anche questa variazione, come gran parte delle costruzioni dell’epoca, fu realizzata dall’italiano Nicola Nasoni che, in visita alla città, lasciò la sua impronta in molti dei celebri edifici che definiscono la skyline di Porto.

L’interno della cappella risulta spoglio e semplice, in netto contrasto con l’altare maggiore in stile barocco e con le decorazioni del cortile interno. Il chiostro interno alla cattedrale è infatti molto bello, come anche la camminata superiore, entrambi ricoperti con azulejos a rappresentare diverse scene religiose e della vita cittadina. Salendo le scale potrete raggiungere la torre superiore da cui potrete godere di una bellissima veduta panoramica sulla città. L’ingresso costa pochi euro e ne vale decisamente la pena!

Nella piazza su cui affaccia la cattedrale, anche questa bellissimo punto panoramico sulla città di Porto e sulla muraglia che un tempo la proteggeva, noterete una colonna intrecciata in stile manuelino che durante il Medioevo veniva utilizzata per giustiziare i criminali.

La terrazza panoramica che la piazza offre sulla città è una delle mie preferite, tanto che ci tornavo ogni weekend!


Informazioni per la visita alla Sé do Porto

  • Orari:
    • da aprile a ottobre tutti i giorni / 09:00 – 18:30 /;
    • da novembre a marzo tutti i giorni / 09:00 – 17:30 /;
  • Costo del biglietto:
    • L’ingresso alla cattedrale è gratuito;
    • Adulti (Chiostro e Casa do Cabildo): 3.60 euro;
    • Bambini (sotto ai 10 anni): gratuito;
  • Durata della visita: 1 ora;
  • Sito web ufficiale: link alla pagina ufficiale della Se da Porto.

La Ribeira

Proseguo parlando della Ribeira, il quartiere dichiarato Sito UNESCO e che affaccia sulle sponde del fiume. La Ribeira è una delle zone più caratteristiche della città, si trova in collina e scende rapidamente fino alle sponde del Douro, con case storiche ed eleganti tagliate da una rete di ripide stradine.

La Ribeira è perciò una delle zone affollate, ricca di ristoranti, alloggi, tour e negozi di souvenir più costosi rispetto al resto della città. Si tratta però anche di una delle aree più allegre e vivaci, con i molti bar e le locande tipiche che si riempiono di musica, buon cibo e del piacevole brusio della gente a cena.

In questo quartiere troverete alcune delle attrazioni principali di Porto, come anche i Miradouro e le terrazze panoramiche più belle.

Partite visitando la Cattedrale di Porto dal bellissimo chiostro in stile gotico, e proseguite con il Museo Casa do Infante, la chiesa di San Francesco, l’edificio del Palácio da Bolsa e il vicino mercato coperto Ferreira Borges. Concedetevi una passeggiata lungo Cais da Ribeira, la via che costeggia il fiume e le case ricoperte di azulejos, fino ad arrivare alla Praça da Ribeira da dove potrete attraversare il mastodontico Ponte Luis I e guadagnare l’accesso a Villa Nova de Gaia. Situata sulla sponda opposta del fiume, ospita le cantine dove viene prodotto e conservato il famoso vino Porto.

La Ribeira è forse poco pratica ed economica per un viaggiatore low cost, ma vi posso assicurare che godrete dei bellissimi palazzi e i monumenti, e apprezzerete passeggiare sul lungofiume e tra i suoi vicoli storici.

Vi lascio infine un link con alcuni consigli su dove dormire nella Ribeira di Porto spendendo poco!

Museu da Misericordia

Il cortile con le scalinate rosse nel Museu da Misericordia, Porto.

Situato nel cuore della Baixa a ridosso della Torre do Clerigos, il Museu da Misericordia si presenterà a voi sotto forma di un elegante edificio del sedicesimo secolo, un tempo sede della Santa Casa da Misericórdia do Porto.

L’interno, a pagamento, è riccamente ricoperto di azulejos e ospita opere di natura religiosa che vanno dal XV al XVII secolo. Tra le creazioni più importanti spiccano i capolavori di artisti portoghesi rinomati come José Malhoa, Domingos Sequeira e Gaspar Vaz. Tra le esposizioni troverete pezzi di argenteria liturgica, tessuti e manoscritti antichi che raccontano la vita religiosa dell’epoca. Uno dei tesori più noti del museo è la Fons Vitae, un’impressionante pala d’altare del XVI secolo che raffigura un’iconografia religiosa unica e simbolica.

Un’altra sezione importante è quella dedicata alla Galleria dei Benefattori, un’ala del museo in cui è possibile conoscere la storia della confraternita che abita i palazzi adiacenti all’edificio e che nel corso dei secoli ha aiutato molti poveri e bisognosi.


Informazioni per la visita al Museu de Misericordia

  • Orari di apertura: tutti i giorni / 10:00 – 17:30 /;
  • Costo dell’ingresso: 10 euro prezzo intero;
  • Durata della visita: da 1 a 2 ore, a seconda dell’interesse;
  • Sito web ufficiale: https://mmipo.pt/.

Palácio da Bolsa

Il palazzo della Borsa (Palácio da Bolsa) è uno degli edifici più importanti della città, nonché Patrimonio dell’umanità UNESCO. Si tratta di un palazzo costruito a partire dal 1842 da un importante gruppo di commercianti della città di Porto che deciso di edificarlo come sede dei propri affari e per ospitare i rappresentanti delle nazioni estere.

L’edificio è principalmente neoclassico, ma presenta influenze neopalladiane, neorinascimentali e neobarocche

Il palazzo è particolarmente celebre per la bellezza delle sue varie sale, tra le quali spiccano: la Sala delle Nazioni sormontata da una grande cupola in vetro, la Sala Dorata e la Sala Araba ispirata all’Alhambra di Granada, decorata con stucchi moreschi e un totale di quasi 18 kg di oro.

Il palazzo non si può visitare in autonomia. L’ingresso è limitato all’acquisto di un biglietto e alla partecipazione di una visita guidata di 30 minuti riservando il tuo posto sulla pagina dedicata. La visita è fornita in portoghese, spagnolo, francese o inglese.


Informazioni per la visita al Palácio da Bolsa

  • Orari di apertura: ogni giorno / 09:00 – 18:30 /;
  • Costo dell’ingresso:
  • Durata della visita: 30 minuti con visita guidata;
  • Sito web ufficiale: https://palaciodabolsa.com/.

Mercado Ferreira Borges

Costruito nel 1885 dalla società Aliança nelle fonderie di Massarelos, il Mercato Ferreira Borges è una pregiata opera di Architettura del Ferro a Porto. Ordinato dal Consiglio comunale della città, sostituì il vecchio Mercado da Ribeira che servì a lungo per la compravendita di merci a Porto.

Dal 2010, dopo un accurato restauro, il mercato è stato trasformato in uno spazio culturale e di intrattenimento con diverse attività e bancarelle. Ospita l’Hard Club, uno dei teatri più importanti della città, oltre a una caffetteria e un ristorante-birreria, ideati dallo chef portoghese Luís Américo.


Informazioni per la visita al Mercado Ferreira Borges

  • Orari di apertura: ogni giorno / 10:00 – 00:00 /;
  • Costo dell’ingresso: gratutio
  • Durata della visita: 30 minuti;

Igreja de São Francisco

L’Igreja de São Francisco sorge proprio dietro al Palácio da Bolsa, a pochi minuti di passeggiata dall’edificio amministrativo. Dall’esterno in un tradizionale stile gotico, non ci si aspetta di come l’interno della Cappella d’Oro sia sfarzosamente decorato con quasi 1300 Kg di polvere d’oro. La visita si svolge sui due livelli della chiesa. Se la navata principale della cappella lascia a bocca aperta per la ricchezza degli ornamenti anche il piano superiore, più semplice ma con diverse opere d’arte, vi regaleranno non poche soprese, per non parlare del terrazzino panoramico che vi offrirà la visuale migliore sulla navata centrale dell’edificio.

Le pareti, il soffitto e gli altari della Cappella d’Oro sono completamente rivestiti da scene bibliche e raffigurazioni religiose finemente intagliate e decorate.

L’ingresso è a pagamento e l’acquisto dei biglietti è presenti sia in loco che online.


Informazioni per la visita al Igreja de São Francisco di Porto

  • Orari di apertura:
    • Orario estivo (1 aprile – 30 settembre) tutti i giorni / 09:00 – 20:00 /;
    • Orario invernale (1 ottobre – 31 marzo) tutti i giorni / 09:00 – 19:00 /;
    • sono previsiti cambiamenti di orari nel corso delle festività nazionali. Vi invitiamo perciò a consultare il sito web ufficiale per maggiori informazioni;
  • Costo dell’ingresso:
    • Adulti: 7.50 euro;
    • La Porto Card prevede uno sconto del 25%;
  • Durata della visita: da 30 a 45 minuti;
  • Sito web ufficiale: link al sito web ufficiale.

Ponte Luis I

Lungo 385 metri e costruito su due piani, Ponte Luis I (risalente al 1886) è il simbolo di Porto, un punto di incontro tra le città di Porto e di Villa Nova de Gaia, celebre per le sue botteghe di vino. Se il ponte inferiore offre un rapido accesso al lungomare su Villa Nova de Gaia (pedonabile e per auto), il lato superiore è una delle terrazze panoramiche più belle sulla due città (lo potete attraversare a piedi o prendere il tram). Non mi stancavo mai di attraversare Ponte Luis I, tanto è bella la vista che si gode da entrambi i camminamenti!

Il ponte fu progettato da Teófilo Seyrig, discepolo del famoso ingegnere francese Gustave Eiffel, e inaugurato nel 1886. Io vi suggerisco di attraversalo sia sul lato inferiore che da quello superiore, a 170 m sul fiume Douro. Entrambe le passerelle offrono vedute tra di loro molto differenti, nonostante il lato superiore regali la migliore.

I ponti su Porto

Assieme al Ponte Luis I, gli altri che collegano le due sponde del fiume sono il Ponte di São João, quello dell’Infante Dom Henrique, il Ponte da Arrábida, il Dona Maria Pia e il Ponte do Freixo.

Villa Nova de Gaia

In molti, noi stessi in primis, pensano che Porto si sviluppi su entrambi i lati del fiume Douro e che questo importante fiume in Portogallo spezzasse in due la città, come accade per tanti altri centri cittadini nel mondo. Nell’arrivare a Porto ci si rende conto che la località a sud del Ponte Luis I è una città a se stante che porta il nome di Villa Nova de Gaia, che quindi non è un quartiere di Porto.

Nonostante sia meno turistica di Porto, Villa Nova de Gaia è molto apprezzabile, specialmente per la comoda posizione che garantisce un rapido accesso a Porto sia a piedi che in metropolitana, con alloggi vari e a prezzi spesso convenienti.

Se l’interno della città è principalmente residenziale e commerciale, è la zona che affaccia sul fiume Douro ad essere meravigliosa. A partire dal Monastero da Serra do Pilar per arrivare alla vista panoramica fantastica che si gode sul ponte e sulla città di Porto, specialmente dal Jardim do Moro. Scendendo sul lungofiume sul quale ormeggiano le vecchie imbarcazioni per il trasporto, troverete un un susseguirsi di cantine dove poter prendere parte a tour guidati e degustazioni alla scoperta dei processi e delle materie prime utilizzate nella produzione del vino più famoso del Portogallo.

La città offre comodi e rapidi collegamenti verso alcune delle spiagge più belle della zona, come Praia de SalgueirosPraia da Madalena e Praia da Aguda, quelle che consiglio come le migliori per chi sogna di combinare una vacanza in città con una rinvigorente nuotata nelle acque dell’oceano.

Vi lascio infine un link con alcuni consigli su dove dormire a Villa Nova de Gaia spendendo poco!

Se siete nuovi della città, valutate anche un free tour di Villa Nova de Gaia, il modo migliore per scoprirla!

Mosteiro da Serra do Pilar

Situato su una zona rialzata della città di Gaia, il Monastero da Serra do Pilar è forse l’edificio più importante e celebre di Villa Nova de Gaia. Sito inserito tra i Patrimonio UNESCO del Portogallo, risale al 1531 quando l’Ordine di Sant’Agostino decise di erigere un monastero in questa zona. Completato nel 1583, venne più volte restaurato e allargato, fino a diventare un edificio militare nel corso della guerra peninsulare per via della sua posizione ideale per assediare Porto. Da allora si iniziò a utilizzare il monastero per motivi militari e da allora alcune strutture del complesso vennero convertite in caserme.

Particolarmente bella è la chiesa principale del monastero, ispirata al Pantheon di Roma. Il monastero è solitamente aperto al pubblico, ma è momentaneamente chiuso.

Una fatica che ripaga

Vi suggerisco di raccimolare tutte le vostre energie e di salire la lunga e ripida salita che porta al piazzale adiacente al monastero. La vista da qui è forse la più bella su Ponte Luis I e sulle città di Porto e Villa Nova de Gaia.

Jardim do Morro

Il Jardim do Morro è un piccolo giardino panoramico in località Villa Nova de Gaia accessibile camminando attraverso Ponte Luis I dal centro della città, o salendo le stradine e le scalinate dalla ribeira di Gaia.

Il Jardim do Morro ha dei percorsi pedonali, qualche fontana e diversi panchine e muretti che sembrano però attirare scarsa attenzione da parte dei visitatori. La gente viene qui per sedersi sulla collinetta d’erba che affaccia sul fiume Douro e sulla Ribeira di Porto perché è il punto più iconico da cui ammirare il tramonto. Chi viene qui lo fa per passarci delle ore, si porta da mangiare e da bere (magari qualche crocchetta, pasteis de bachalau e una bottiglia di vino) e imbastisce dei veri e propri picnic con il partner o con gli amici mentre ammirano questa spettacolare veduta allo scendere del sole. Inutile dire che la sua fama è parecchio diffusa, tanto che il punto panoramico è spesso affollato e qui si fermano gli artisti di strada per suonare le loro canzoni aiutando a rendere l’atmosfera ancora più rilassante e piacevole.

Vista di Porto da Villa Nova de Gaia.

Vi consiglio con cuore di fermarvi al Jardim do Morro almeno per una delle vostre sere a Porto. Quello che riceverete con questo tramonto non ha prezzo!

Visita ad una cantina di vino Porto

L'ingresso al tour alla cantina Burmester a Villa Nova de Gaia con un cancello in ferro battuto e delle botti.

Nel passeggiare lungo Avenida de Diogo Leite sul lato di Gaia vi ritroverete ad affiancare le famose cantine del celebre vino Porto. Le cantine sono davvero tante, ognuna con una storia e una produzione unica. Per quanto il vino venga prodotto e etichettato in modo da rientrare in categorie ben specifiche (bianco, ruby, tawny e vintage), le uve utilizzate, e in alcuni casi anche il processo di produzione, sono diversi tra di loro e ogni cantina produce vini della qualità Porto dal sapore e dall’aspetto simile, ma incredibilmente unico.

Tra i nomi più celebri abbiamo Burmester, Graham, Cálem, Poças e Sandeman, ma se ne contano molte altre! Sarebbe impossibile provarle tutte, ma nel corso di una permanenza a Porto di qualche giorno vi consiglio di partecipare ad almeno 1 o 2 degustazioni con visita guidata. I prezzi sono generalmente molto convenienti (dai 15 ai 25 euro) e i tour ben organizzati. In alcuni casi potrete accostare alla degustazione una cena o uno spettacolo di Fado.

Il mio consiglio è esteso anche a chi non è appassionato di vino o di alcolici. Il vino Porto è parte integrante della storia della città, e anche se preferite non berlo vi posso assicurare che le visite guidate sono molto interessanti per tutti. Nel corso dei tour scoprirete tutta la storia e il processo che sta alla base della creazione di questo vino liquoroso, dalle prime fasi nella valle del Douro fino all’invecchiamento in botte a Villa Nova de Gaia.

Quale cantina di vino Porto è meglio visitare?

Questa è una bella domanda perchè, come vi accennavo, le cantine di vino Porto sono davvero tante e tutte di ottima qualità. Per aiutarvi nella vostra scelta ho scritto un blog post su quale cantine vale la pena visitare a Gaia, con una maggiore enfasi rivolta alle cantine e ai loro tour di maggior prestigio. Dateci un’occhiata e seguite i link per prenotare i tour che preferite!

Mercado Beira- Rio

Una delle piacevoli scoperte sul lungofiume di Villa Nova de Gaia è il Mercado Beira Rio.

Si tratta di uno street market al coperto aperto recentemente, solo nel 2017. Lo riconoscerete subito, si tratta di un edificio largo e piatto, di un particolare colore rosso mattone. Al suo interno troverete tanti ristoranti e botteghe non solo dedicati alla cucina portoghese, ma anche a piatti stranieri come l’immancabile cucina italiana, quella brasiliana, piatti di carne e di mare, come anche vegetariani e vegani. Che sia per riempire lo stomaco, per bere un caffè o per placare un leggero languorino con una pastel de nata o de bachalau, vi consiglio di farci una passeggiata, anche solo per farvi ispirare e per tornarci in un secondo momento.


Informazioni per la visita al Mercado Beira – Rio di Villa Nova de Gaia

  • Orari di apertura: tutti i giorni / 11:00 – 22:00 /;
  • Costo dell’ingresso: gratuito;
  • Sito web ufficiale: http://mercadobeirario.pt/.

Idee per una serata a Porto

Porto offre tantissimi svaghi e attività per la vita serale e notturna. Se siete in città per qualche giorno e preferite passare una serata più intima e rilassante, valutate di prendere parte a una crociera dei 6 ponti al tramonto, per ammirare la bellezza della città dalle acque del suo fiume. Un’ottima alternativa è sedere al tavolo di un teatro, di un ristorante o di una cantadina per ascoltare le note melodiose di uno spettacolo di Fado, il canto tradizionale portoghese divenuto celebre nel mondo grazie alla celebre Amália Rodrigues. Valutate una degustazione di vino Porto, come anche una passeggiata sulla Ribeira o sul Ponte Luis I, per recarvi nella Baixa o nel quartiere artistico di Bolhao se cercate musica e movida serale.

Bolhão

Alcuni degli edifici colorati nel quartiere di Bolhao a Porto.

Bolhão, situato vicino al centro storico di Porto, è una zona vivace e ricca di belle sorprese, famosa per il Mercato coperto di Bolhão, considerato il più bello della città, e per Rua Catarina, la via dello shopping più lunga di Porto.

Il quartiere è una tappa turistica imperdibile, e con il bellissimo mercato ospita due delle chiese più amate di Porto: l’Igreja de Santo Ildefonso e la Cappella Almas de Santa Catarina, famose per le splendide decorazioni di Azulejos che adornano le pareti.

Data la posizione centrale è anche apprezzata per la vasta offerta di alloggi di ogni tipo a prezzi vantaggiosi e avrete necessariamente bisogno dei mezzi pubblici per spostarvi, ma potrete comunque usufruire della comoda metropolitana o degli autobus all’occorrenza.

Vi lascio infine un link con alcuni consigli su dove dormire nel quartiere di Bolhao a Porto spendendo poco!

Mercado do Bolhão

Iniziamo con una passeggiata all’interno di uno degli storici mercati cittadini di Porto, il Mercado do Bolhão, dove troverete facilmente qualcosa di inusuale e gustoso da mettere sotto ai denti.

Aperto dal 1839 si divide in diverse sale e piani che ospitano negozietti e bancarelle dove agricoltori, pescivendoli, macellai, come anche panettieri e negozianti di altro tipo vendono i loro prodotti e le loro materie prime.

Inutile precisare come siano presenti artigiani specializzati nella produzione di dolci tipici e nella lavorazione del merluzzo, pesce re della cucina portoghese, presente nelle pastel de bachalau e in tantissimi altri piatti serviti ogni giorno nelle rosticcerie e sulle tavole dei ristoranti locali.

Il mercato di Bolhao Porto, Portogallo

Visitare il Mercado do Bolhão, come vale per ogni altro mercato cittadino possiate incontrare nel corso dei vostri viaggi, apre a una maggiore comprensione e consapevolezza della cucine e della cultura locale, un’esperienza che non manco mai di fare.


Informazioni per la visita al Mercado do Bolhão di Porto

  • Orari di apertura:
    • dal lunedì’ al sabato / 08:00 – 00:00 /;
    • chiuso la domenica;
  • Costo dell’ingresso: gratuito;
  • Durata della visita: 60 minuti;
  • Sito web ufficiale: https://mercadobolhao.pt/.

La Capela das Almas

La Capela das Alams (o Cappella delle Anime) è una chiesa situata nel centro di Porto, nei pressi del Mercado do Bolhão, a pochi passi dall’omonima stazione della metropolitana.

L’edificio risale al XV secolo quando venne costruito come una semplice chiesa in legno. Nel corso dei secoli ricevette diversi restauri, tra cui il più importante tra il 19esimo e il 20esimo secolo. Se gli interni sono semplici e poco interessanti, gli esterni mostrano il grande interesse dell’epoca nell’utilizzare motivi religiosi e azulejos nelle chiese. La sua facciata è ricoperta da oltre 16.000 azulejos che raffigurano la morte di San Francesco d’Assisi e il martirio di Santa Caterina d’Alessandria.

Il Majestic Cafè

Nel fare una tappa alla Capela das Almas e allo storico Mercado do Bolhão non mancate di fare colazione al Majestic Café, un elegante café dove sembra che J.K. Rowling abbia preso ispirazione nella stesura del primo capitolo della casa.

Informazioni per la visita alla Capela das Almas di Porto

  • Orari di apertura:
    • dal lunedì’ al giovedì / 07:30 – 18:00 /;
    • venerdì / 07:30 – 20:00 /;
    • sabato e domenica / 07:30 – 12:30 / e / 18:30 – 19:30 /;
  • Costo dell’ingresso: gratuito;
  • Durata della visita: 30 minuti;
  • Sito web ufficiale: https://www.diocese-porto.pt/pt/.

La Chiesa di Sant’Ildefonso

La Chiesa di Sant’Ildefonso sorge a pochi passi dalla vicina Praça da Batalha, su cui affaccia la Stazione di Sao Bento. Costruita nel XVIII secolo, divenne celebre nel 1932 a seguito dei lavori di restauro che videro l’aggiunta di di 1100 azulejos dipinti a mano riguardanti Sant’Ildefonso di Toledo. L’opera di abbellimento è di Jorge Coraço, lo stesso artista che si occupò della stazione di São Bento, che decise di dedicare il suo lavoro alla vita di Sant’Ildefonso di Toledo.

Gli interni sono in stile barocco semplice e vi consiglio di visitarli aprofittando dell’ingresso gratuito.


Informazioni per la visita alla Chiesa di Sant Idelfonso di Porto

  • Orari di apertura:
    • lunedì / 15:00 – 17:15 /;
    • da martedì a venerdì / 09:00 – 12:15 / e / 15:00 – 17:15 /;
    • sabato / 09:00 – 12:30 / e / 15:00 – 19:30 /;
    • domencia / 09:00 – 11:00 /;
  • Costo dell’ingresso: gratuito;
  • Durata della visita: 20 minuti;
  • Sito web ufficiale: https://santoildefonso.org/en/.

Cedofeita

Considerato il quartiere della movida e l’epicentro hipster di Porto, Cedofeita è una gemma da scoprire. La sua anima pulsante si concentra attorno a Praça Carlos Alberto, che ospita il vivace mercato di strada “Porto Belo”.

Le strade di Cedofeita, in particolare Rua Miguel Bombarda, sono un tripudio di negozi trendy e opere di street art. Il CCB (Centro Comercial Miguel Bombarda) è il cuore commerciale e artistico della zona, con gallerie d’arte, boutique alla moda e caffè alla moda. I magnifici giardini del Palacio do Cristal, di fronte al Museu Nacional Soares dos Reis, offrono una vista mozzafiato sul fiume Douro e una miriade di colorati pavoni.

Non perderti l’Igreja de S. Martinho de Cedofeita, la chiesa più antica di Porto. Nonostante non sia una meta turistica popolare, Cedofeita si anima ogni primo sabato del mese con una festa collettiva. Durante queste celebrazioni, le gallerie, i negozi e i caffè si uniscono per offrire eventi speciali, inaugurazioni e spettacoli, rendendo l’esperienza unica e coinvolgente.

Vi lascio infine un link con alcuni consigli su dove dormire nel quartiere di Cedofeita a Porto spendendo poco!

Giardini del Palacio do Cristal

I Jardim do Palaçio do Cristal sono in assoluto uno dei miei luoghi preferiti a Porto, un luogo dove sono tornato più e più volte nel corso della mia permanenza in città. Oltre a regalare dei belvedere panoramici fantastiche sul fiume Douro e sulle due ribeira di Porto e di Villa Nova de Gaia, i giardini sono perfetti per una passeggiata rigenerante lontano dai rumori del centro.

L’area verde si sviluppa attorno alla collina con un roseto, un orto di erbe aromatiche, aiuole fiorite e un piccolo boschetto. Sono presenti statue, opere d’arte e piccole installazioni che un tempo venivano utilizzate per esibizioni musicali e di poesia. Molto carina è la torretta di osservazione al limitare del parco sul Miradouro da Ponte da Arrábida, che offre una bellissima veduta panoramica sulla zona di Villa Nova de Gaia che affaccia sul lungofiume. Il mio preferito è però il Miradouro Macieirinhas che apre a uno scorcio tra gli alberi diritto sul Ponte Arrábida.

All’ingresso noterete subito la Super Bock Arena, un maestoso edificio con il tetto a cupola utilizzata come arena per eventi e concerti e, poco più in là, il Museu da Cidade con diverse esibizioni d’arte e percorsi didattici. D’estate vengono spesso organizzati nel parco eventi serali con musica live e drink, ma di giorno è molto tranquillo con persone dedite a fare jogging, a dipingere e a prendere parte a sessioni di joga.

I miradores più belli di Porto e di Villa Nova de Gaia

Vi lascio qui la lista dei miradores più belli sulla città di Porto, punti panoramici che vi regaleranno visuali meravigliosi sulla città, sulla vicina Villa Nova de Gaia e sui palazzi più celebri e famosi: Jardins do Palácio de Cristal, Jardim do Morro, Ponte Luis I, Mosteiro da Serra do Pilar, Miradouro da Vitória, Miradouro da Rua das Aldas, Miradouro da Igreja de São Lourenço. Li trovate tutti rappresentati in viola nella mappa a inizio pagina!

Informazioni per la visita al Jardim do Palaçio do Cristal di Porto

  • Orari di apertura: tutti i giorni / 08:00 – 19:00 /;
  • Costo dell’ingresso: gratuito;
  • Durata della visita: a piacere;
  • Sito web ufficiale: link alla pagina ufficiale.

Museu Nacional Soares dos Reis

Il Museu Nacional Soares dos Reis si trova all’interno dell’elegante edificio Palacio das Carrancas in stile neoclassico e rappresenta una delle più importante collezioni d’arte in città.

Le esibizioni spaziano dalle sculture neolitiche alla pittura fiamminga, per arrivare ad opere del Novecento con oltre 2500 quadri disposti in ordine cronologico. Orgoglio del museo è la collezione Antonio Soares dos Reis, con la sua opera più famosa, O Desterrado. Realizzata a Roma con marmo di Carrara, è considerata l’apogeo dell’arte scultorea portoghese.
Sono presenti anche esibizioni dedicate alle arti decorative, come quella di ceramiche portoghesi, porcellane cinesi, gioielli, paraventi e monili di vario genere.

L’ingresso è a pagamento.


Informazioni per la visita al Museu Nacional Soares dos Reis di Porto

  • Orari di apertura:
    • dal martedì alla domenica / 10:00 – 18:00 /;
    • chiuso: lunedì e festività;
  • Costo dell’ingresso: 8 euro;
  • Durata della visita: a piacere;
  • Sito web ufficiale: https://museusoaresdosreis.gov.pt/.

Boavista

Boavista è uno dei quartieri più grandi di Porto e rappresenta una zona principalmente residenziale, che però non manca di qualche piccola chicca da considerare quando visiterete Porto.

Boavista è stata la nostra scelta di alloggio a Porto proprio perché è un quartiere poco turistico e in forte via di sviluppo, con la recente apertura di diverse attività commerciali, negozi e la costruzione di edifici più avveneristici. Nonostante questo grande sviluppo si tratta di un’area tranquilla che sorge attorno ad Avenida da Boavista, l’arteria principale, con diverse laterali popolate di negozietti che garantiscono un rapido accesso alla Baixa e agli altri quartieri del centro. Si tratta del quartiere ideale per chi cerca un alloggio economico, o preferisce qualcosa di più tranquillo, ma non troppo lontano, dalle vie del centro.

Qui si trovano anche alcune delle attrazioni più interessanti di Porto come la Casa da Musica, il Museo d’Arte Contemporanea Serralves, la Galleria della Biodiversità e il Mercado de Bom Successo, bellissimo con la sua architettura moderna e che raccoglie alcuni tra i migliori ristoranti e pasticcerie della città.

Vi lascio infine un link con alcuni consigli su dove dormire nel quartiere di Boavista a Porto spendendo poco!

Museo della Fondazione de Serravalles

Il Museo Casa Serravalles, Porto.

Situato nell’area di Boavista, a metà strada verso Matosinhos, il Museo della fondazione Serralves è un celebre museo di arte contemporanea che nel corso degli anni ha ospitato artisti portoghesi e internazionali. Assieme al museo, la parte più interessante sono i magnifici giardini, una vasta area di ben 18 ettari ben tenuti e curati. Il museo si può raggiungere dal centro di Porto con uno tra gli autobus 201 o 203 che fermano proprio a pochi passi dal suo ingresso. L’ingresso è a pagamento (potete acquistare qui i biglietti).

Il Parque da Cidade

Nella strada che da Boavista porta a Matosinhos si trova il grande Parque da Cidade, un’area verde ricca di prati, sentieri, stagni e aree picnic. Il parco è un vero e proprio polmone verde per la città, dove i cittadini si Porto si riversano per fare sport o rilassarsi, come anche per organizzare festosi pic nic e pranzi domenicali in famiglia con tanto di tavolini, sedie e pasti ricchi di portate. Nel parco si trovano anche punti panoramici sull’oceano, che dista a pochi chilometri, ci sono statue e il Pavilhão da Água, un museo moderno dedicato all’acqua con esibizione temporanee. Noi ci siamo andati più di una volta per goderci un po’ di pace nel corso della lunga permanenza in città. Non è forse la meta turistica più celebre di Porto, ma rimane comunque un angolo molto piacevole della città che abbiamo amato e che, proprio per questo, non potevamo non consigliarvi.

Informazioni per la visita al Museo della Fondazione Serravalles di Porto

  • Orari di apertura:
    • dal lunedì al venerdì / 10:00 – 19:00 / – chiusura anticipata alle 18:00 da ottobre a marzo;
    • sabato, domenica e festivi / 10:00 – 19:00 /,
  • Costo dell’ingresso:
    • Adulti: 24 euro;
    • Gratuito: bambini sotto i 12 anni;
  • Durata della visita: da 1 a 2 ore, a seconda dell’interesse;
  • Sito web ufficiale: https://www.serralves.pt/.

Casa da Musica

Casa da Musica Porto

La Casa della Musica è un grande auditorium nella zona di Boavista, non che la più grande sala concerti in città.

L’edificio spicca per la sua particolare architettura contemporanea, frutto del lavoro di Rem Koolhaas, un importante architetto olandese, che ha completato nel 2005 l’imponente edificio bianco con sale pensate a ospitare importanti orchestre portoghesi e internazionali.

La Casa della Musica a Porto può essere visitata prendendo parte a un tour guidato (a pagamento) o per assistere un concerto. Assieme a un raffinato ristorante, molto celebri e apprezzate sono la Sala Suggia e la Sala Vip.

La prima è la sala concerti principali, ricoperta in grande parte di vetro sagomato che ne permette un ottimo isolamento termico e acustico, che può ospitare fino a 1238 spettatori. La seconda è stata creata per rappresentare l’incontro tra la cultura portoghese e quella olandese. Le pareti interne sono decorate da bellissimi azulejos create dal lavoro comune di artisti portoghesi e olandesi, attaccate con l’intento di raccontare la storia del periodo che va dal XVI al XVII secolo.

Per maggiori informazioni, spettacoli e orari dei tour guidati, vi lascio il link al sito web ufficiale dell’organizzazione che gestisce l’edificio.

Mercado Bom Sucesso

Il Mercado Bom Successo è un moderno food Market nella zona di Boavista, non troppo lontano dal centro di Porto e a pochi passi dalla Casa da Mùsica. L’interno è molto moderno e vivace, con molti banchi e stand gastronomici che vendono cucina tradizionale portoghese e internazionale, come anche una birreria con prodotti artigianali, caffè e dolci. Qui troverete la celebre francesinha di Lado B, il buffet vegetariano di Daterra, il freschissimo pesce delizioso di Mariscaria e moltissimi altri piatti e prodotti deliziosi!

I prezzi sono leggermente più alti rispetto a quanto vi abbiamo proposto nella nostra guida su dove mangiare a Porto spendendo poco, ma vi posso garantire che la qualità è davvero alta e le porzioni generose. Si tratta di una deviazione che vale la pena fare in una visita a Porto.

Foz do Douro

Il faro e gli edifici lungo il mare nel quartiere Foz do Douro a Porto.

Ad appena 25 minuti di autobus dal centro della città, Foz do Douro è il quartiere di Porto che affaccia sul mare e che, da come dice il nome, si trova proprio alla foce del fiume Douro. Caratteristico con le sue villette eleganti e i viali più ampi e ariosi, Foz do Douro è particolare per via dell’atmosfera da villeggiatura ,più simile a quella di una località di mare.

L’area è tranquilla e molto apprezzata dai cittadini di Porto, specialmente nelle giornate calde, quando si dirigono sul lungomare per bere un drink o prendere il sole sulla vicina spiaggia di Gondarém. Foz do Douro ha l’aspetto tipico di una località marittima, con una lunga spiaggia sabbiosa, diverse caffetterie, ristoranti e boutique. Per lo shopping, via Senhora da Luiz offre una varietà di negozi di design, abbigliamento e decorazioni portoghesi.

Qui troverete spiagge balneabili e diversi ristoranti in riva al mare, ma non manca anche qualche attrazione storica o d’arte.

Tra le esperienze da fare a Foz do Douro vi suggeriamo:

  • Ammirare l’Oceano Atlantico e rilassarsi su Ingleses Beach. Nel passeggiare sul lungomare date un’occhiata ai diversi negozietti d’artigianato, a volte si trovano dei souvenir molto carini;
  • Visitare il Fort of São Francisco do Queijo;
  • Camminare fino al Farolim de Felgueiras alla foce del fiume Douro;
  • Scattare una foto panoramica da Pérgola da Foz;
  • Godervi una rilassante giornata di mare e, se le onde lo permettono, un bel bagno tra le spiagge del lungomare: Praia de Leça da Palmeira o Praia de Lavadores.

Foz do Douro è collegata al centro tramite una breve passeggiata lungo il fiume, accessibile con autobus di linea o il vecchio tram storico che parte da Ribeira. L’area dispone di diversi hotel e appartamenti, con prezzi convenienti.

Che cosa vedere nei dintorni di Porto

I dintorni di Porto nascondo una serie di gemme uniche e particolarmente belle a cui suggerisco di dedicare parte della vostra permanenza in Portogallo. Queste includono città, spiagge, verdi vallate e località turistiche a cui è un bene dedicare almeno un giorno del vostro tempo. Scegliete bene ma non metteteci troppo il pensiero, perché ognuna delle possibile destinazioni che vi andrò ad elencare hanno davvero tanto da offrire!

Se avete tempo a sufficienza o state pianificando un road trip in Portogallo valutate di considerare queste destinazioni, tra le più belle da visitare nei dintorni di Porto:

  • Matosinhos è un comune del distretto di Porto, raggiungibile facilmente con la linea di bus 502 in partenza da Praça da República, a pochi passi da Trindade nel centro di Porto o con il 500 in partenza da São Bento. Matosinhos è famosissima soprattutto per la sua bellissima e lunga spiaggia (Praia de Matosinhos), ma anche per il centro storico piccolo ma molto carino raggiungibile a piedi dalla spiaggia. Inoltre, dalla spiaggia (o scendendo giusto una fermata prima con il bus) è possibile arrivare al Parque da Cidade do Porto, dove godersi la penombra della pineta, passeggiare e fare picnic.
  • Valle del fiume Douro, che potete raggiungere con un tour in barca, con un’escursione in giornata organizzata da Porto o noleggiando un auto voi stessi per la giornata. Insignita del titolo di Sito UNESCO naturale, è uno spettacolo senza eguali e si apre come una lunga vallata affiancata da entrambi i lati da colline coltivate completamente di vigneti dove cresce l’uva utilizzata per la produzione del vino Porto e di molte altre qualità pregiate. Noi suggeriamo di prendere parte a un’escursione guidata, più perché la valle è molto lunga, le strade strette e difficili da percorrere, le cantine molte e i punti panoramici più celebri difficili da scovare. I tour includono solitamente una visita a una cantina con degustazione, un pranzo con vista e una crociera lungo la Valle del Douro.
  • Braga, la terza città portoghese per abitanti. SI trova a soli 50 Km da Porto e si può raggiungere facilmente da Porto con un tour organizzato, in treno o prendendo un auto a noleggio, meglio se dall’aeroporto. Braga è uno dei centri abitati più antichi del Portogallo ed esiste da ben più di 2000 anni. Il centro è ricco di ampie piazze decorate con fiori ed è celebre per i molti edifici in stile barocco. Partendo da Braga potete raggiungere in poco tempo il Santuário do Bom Jesus do Monte, na vera e propria gemma architettonica e spirituale, situata sulla pittoresca collina di Bom Jesus, a soli 5 km dal cuore di Braga. l santuario si distingue per la sua maestosità e la sua scalinata neoclassica, composta da più di 600 gradini, adornata da fontane, statue e cappelle, che conduce alla chiesa principale. La chiesa risale al XVIII secolo, ma la forma attuale e la famosa scala furono progettate solo nel XIX secolo dall’architetto Carlos Amarante. Il santuario si raggiunge con il bus numero 2 dal centro, in circa venti minuti, oppure in auto, come abbiamo fatto noi a luglio. Con entrambi i mezzi arriverete ai piedi della collina: qui c’è un parcheggio gratuito, e da lì potrete salire a piedi in circa mezz’ora.
  • Guimarães è considerata la culla del Portogallo, perchè proprio qui nacque il primo re portoghese. La città si sviluppa su due livelli con lunghe piazze, chiese barocche e un grande castello sulla sommità. Guimarães è una piccola città a circa 60 chilometri a nord-est di Porto. Nonostante le dimensioni ridotte, è ricchissima di monumenti, musei e palazzi: dal meraviglioso Palazzo dei Duchi (Paço dos Duques) al castello fortificato, passando dalle incredibili chiese medievali. Stradine lastricate, piazze incastrate tra terrazze fiorite, loggette in granito, torri, chiostri e balconi in ferro battuto. Vederla, seguendo un itinerario specifico, vi prenderà una mezza giornata abbondante: noi vi consigliamo di arrivare al mattino presto, per avere il tempo di entrare nei monumenti più importanti, e pranzare lì, in uno dei tanti localini di Praça de São Tiago.

Tour guidati in giornata da Porto

Se non volete affidarvi ai mezzi pubblicie e preferite non servirvi di un auto a noleggio non disperate, perchè le meraviglie dei dintorni di Porto sono accessibili anche con tour organizzati, con visite guidate complete, molto spesso comprensive dei pasti, alle destinazioni più belle del Portogallo. Potete scegliere tra l’escursione a Santiago de Compostela, il tour dei vigneti e delle cantine nella valle del Douro, l‘escursione a Fatima e Coimbra, o l’escursione a Guimaraes e Braga.

Siamo giunti alla fine di questa nostra guida alle migliori attrazioni da visitare a Porto. Pubblicheremo presto il nostro itinerario di tre giorni dove avremo modo di raccontare meglio tutto ciò che amiamo e conosciamo della città, condividendo un tour della città che vi farà rimanere a bocca aperta!
Nel frattempo non perdete i nostri altri contenuti dedicati alla città di Porto. Tutti fanno parte della nostra guida utile a organizzare una vacanza low cost, ma completa e divertente della città:

Vi ricordo anche che abbiamo scritto anche una nostra guida completa alla visita low cost di Lisbona, passate a darci un’occhiata!

Spero amerete Porto come l’abbiamo amata noi. Fateci sapere che cosa ne pensate!

Se avete delle domande o vi serve un aiuto per organizzare la vostra visita alla città lasciate un commento qui sotto o scrivetemi per email. Vi leggo e rispondo sempre molto volentieri!

Buona giornata e buon viaggio!