Londra

Brick Lane e Spitalfields: guida di un giorno tra mercati e street art – Guida a Londra

Murales di Brick Lane visti durante l'ora del tramonto, Londra.

Questo articolo può contenere dei link di affiliazione con enti del turismo regionali o nazionali, strutture o servizi privati. All’interno del mio blog ti suggerisco solo esperienze selezionate che derivano da partner affidabili. Se clicchi su uno di questi link, noi riceveremo una piccola commissione, mentre per te non ci sarà alcun costo aggiuntivo. Questo mi aiuta a mantenere libero questo blog e a produrre nuovi contenuti di viaggio originali.

Shoreditch e Brick Lane sono due quartieri adiacenti situati nell’area dell’East End, due aree poco turistiche di Londra che negli ultimi anni stanno crescendo e ottenendo una sempre maggiore visibilità.

Brick Lane era una zona degradata di periferia, riconvertita negli anni ’90 nel capoluogo londinese del curry e centro culturale alternativo attirando artisti, hippies e bohemien grazie alla sua street art, ai mercatini vintage e ai club notturni. Shoreditch, invece, era già celebre da quando, dopo l’emigrazione degli Ugonotti, fu aperto il mercato commerciale più grande di tutta Londra, l’Old Spitalfields Market, a cui venne affiancato il birrificio Truman, che negli anni del suo splendore divenne famoso in tutto il mondo ed è ora un centro dedicato ad arte ed eventi.

Nel visitare le strade di Spitalfields e di Brick Lane aspettatevi un’esplosione di sensazioni che include tutti e cinque i vostri sensi! Qui troverete i murales e le opere di street art dell’area di Brick Lane, ma anche gli imperdibili mercati di Spitalfields, l’Old Spitalfield Market e l’Up Market, dedicati principalmente al cibo, e il Brick Lane Vintage Market con prodotti d’artigianato, arte e vestiti di seconda mano. Il momento migliore per essere in zona è di sicuro la domenica, quando insieme a questi troverete aperti anche il Brick Lane Market, il Blackyard e il Tea Rooms Market.

Un consiglio per voi

Nel visitare i mercati di Spitalfields di domenica considerate di proseguire su Brick Lane e di recarvi nella zona di Hoxton, dove potrete trovare il Columbia Road Flower Market, un bellissimo mercato dedicato a piante, fiori e giardinaggio, aperto ogni domenica mattina dalle 08:00 alle 14:00.

Con questo nuovo post della nostra guida local alla scoperta di Londra vi parleremo di Spitalfields e di Brick Lane, due zone ancora poco conosciute della città che siamo certi vi piaceranno molto.

Continuando a leggere troverete:

La storia di Spitalfieds

La strada di Brushfields Street a Spitalfields, Londra.

Il quartiere di Spitalfields era in passato una zona isolata da Londra, quasi di campagna, e così rimase fino alla crescita data dalla costruzione delle prime strade nel XVII secolo.

Spitalfields deve il suo nome (hospital fields, campi dell’ospedale) a uno dei più grandi ospedali inglesi del medioevo: il St Mary Spital. Costruito sull’odierna Spital Square, venne eretto nel 1197 sopra un antico cimitero romano e chiuso nel 1539.

Lo sviluppo del quartiere iniziò attorno al 1666, quando i commercianti Ugonotti scacciati da Francia e Belgio si rifugiarono in Inghilterra avviando in questa zona – dove si trovano oggi i mercati – le loro attività tessili. Qui nacque anche l’Old Spitalfields Market dove, allora come oggi, venivano proposti prodotti d’artigianato e di vestiario, come anche piatti di cucine da tutto il mondo.

Con il tempo quello di Spitalfields si affermò come uno dei mercati più importanti di Londra, tanto da attrarre l’interesse di diversi irlandesi e francesi che decisero di stabilirsi e gestire i loro affari in questa zona della città. Le loro case si trovano ancora oggi su Fournier Street che è diventata un’area protetta.

Nel corso del XIX secolo Spitalfields subì un lento declino, anche a causa dello sviluppo di altre zone della città, e si trasformò assieme alla vicina Whitechapel in una zona malfamata di Londra, teatro dei criminali più famosi e temuti tra cui il celebre Jack lo Squartatore.

AI nostri giorni Spitalfields è uno dei distretti zona del London Borough di Tower Hamlets (il quartiere che ospita anche la Tower of London e Canary Wharf) che copre gran parte dell’Est End, l’area della città che si estende a est delle antiche mura romane. L’interno quartiere è stato sottoposto a lavori di riqualificazione terminati nel 2005 e risultanti in due aree pubbliche con diversi ristoranti e attività commerciali: Bisohops Square e Crispin Place, per non parlare dei diversi mercati e della strada commerciale di Brick Lane.

La vicinanza alla stazione di Liverpool Street e all’appariscente Eataly sta rendendo Spitalfields una zona sempre più conosciuta e popolare. Si tratta di un’area moderna e vibrante, e il mercato di Spitafields è tornato a essere uno dei più importanti a Londra con diversi banchetti di street food e commercianti a vendere una grande varietà di prodotti, principalmente vestiti, gioielli e opere d’arte. Ospita attività gestire da persone di diverse culture, edifici importanti e offre diversi svaghi e attività divertenti.

Una delle prime cose che colpisce della rinascita di Shoreditch e di Brick Lane è il tripudio di street art: questa zona di Londra è un vero museo a cielo aperto, dagli enormi graffiti che occupano intere facciate di palazzi a piccole istallazioni che si mimetizzano tra le pareti a mattoncini degli edifici. L’arte urbana è protagonista a Shoreditch, dando il suo meglio su Brick Lane e nelle sue laterali, ed è uno dei tanti motivi per cui vale la pena fare un giro qui.

Che cosa vedere a Spitalfields e Brick Lane in un giorno: il nostro itinerario

Il ristorante indiano Aladin su Brick Lane, vicino alla vecchia sede del birrificio Truman su Spitalfields.

Con questo post vogliamo proporvi un itinerario un po’ diverso dal solito, con un percorso che guarda indietro al passato con l’immigrazione, l’aggregarsi di culture e tradizioni molto diverse da loro, ma strizza un po’ l’occhio alla modernità che ha sta caratterizzando Shoreditch e Brick Lane negli ultimi tempi.

Considerate un tour guidato per vivere il meglio dell’East End

Date un’occhiata alla mappa in fondo alla pagina per trovare rappresentate tutte le attrazioni elencate e per riuscire a tracciarle meglio seguendo il nostro itinerario. Il nostro consiglio per riuscire a scoprire il meglio di questa zona, davvero ricca di attrazioni è di affidarvi a un walking tour durante il quale avrete modo di approfondire la storia dell’area e di scoprire quali sono gli eventi e le principali attrazioni che la rendono speciale ai nostri giorni. Noi vi consigliamo il tour organizzato da La Tua Londra, un’agenzia di italiani a Londra molto giovane e preparata che propone tour della città in lingua italiana con tantissime curiosità che solo in pochi conoscono.

Il punto di partenza del vostro itinerario può essere la stazione di Liverpool Street, facilmente raggiungibile sia in autobus che in metropolitana. Dopo aver avuto un’infarinata sulla storia del quartiere e del suo passato legato all’immigrazione, proseguite verso nord su Bishopgate. Girando a destra su Folgate Street e camminando fino al numero 18 vi ritroverete di fronte a un esempio ben conservato di abitazione del XVIII secolo: Dennis Sever’s House.

Dennis Sever’s House

La facciata della Dennis Sever's House a Spitalfields, Londra.

La casa museo di Dennis Severs mostra uno spaccato di vita di una famiglia francese che visse in questo edificio georgiano dal loro arrivo nel XVIII secolo fino agli inizi del XX secolo. Gli interni sono particolarmente suggestivi in quanto sono stati arredati, ogni stanza in modo diverso, per rappresentare lo stile di vita di epoche diverse: dal XVIII secolo al XX secolo.

Nel periodo natalizio la casa dà il meglio di sé con decorazioni favolose risalenti ad epoche differenti, come accade per l’arredamento delle stanze. La sera, tutti i giorni tranne la domenica, vengono anche condotte visite a lume di candela, volte a regalare ai visitatori un’atmosfera più suggestiva.


Informazioni per la visita alla Dennis Sever’s House

  • Orari:
    • dal giovedì alla domenica per le visite regolari / 12:00 – 16:00 /;
    • il venerdì per la silent night / 17:00 – 21:00 /;
  • Costo dell’ingresso:
    • Relaxing viewing: 16£;
    • Silent visit: 16£;
    • Dennis Sever’s Tour: 75£;
    • Silent Night: 25£;
  • Durata della visita: 30 minuti;
  • Sito web ufficiale: https://dennissevershouse.co.uk/ .

Elder Street e Spital Square

Scendendo lungo Folgate Street e girando a sinistra su Elder Street vi ritrovere su di una strada che conserva dei bellissimi edifici del XVIII secolo. Questi erano principalmente abitanti dagli immigrati francesi protestanti (gli Ugonotti) che si insediarono qui dando vita al quartiere, in circa di fuga dalle persecuzioni religiose. Spitalfieds era infatti conosciuta per la sua tolleranza religiosa e culturale, tanto che vide nei secoli il susseguirsi di diverse ondate di immigrati e di stranieri adattarsi a vivere qui e cambiare, poco alla volta, la realtà del quartiere. All’ultima ondata di Ugonotti nel 1685, seguirono gli irlandesi, poi gli Ebrei e, negli anni ’70, una folta comunità di Bengalesi e di Indiani.

Ritornando sui vostri passi passate a sinistra e arriverete su Spital Square, il cuore del quartiere che alla sua sinistra ha l’imponente e meraviglioso Old Spitalfiedls Market.

Proprio su Spital Square sorgeva l’ospedale agostiniano (Hospital – abbreviato Spital) che da il nome alla zona. La piazza era un tempo la zona più bella, dove sorgevano le case più eleganti dei mercanti di seta. C’è ancora qualche esempio di edificio originale del ‘700 (come la casa al numero 37 della piazza), ma la maggior parte degli edifici sono stati abbattuti o rifatti.

Old Spitalfields Market

Il mercato di Old Spitalfields a Londra

L’Old Spitalfields Market è una delle principali attrazioni della vostra giornata. La storia di questo mercato è molto antica e risale addirittura al 1638 quando re Carlo I concesse una licenza per la vendita di carne e pollame a Spittle Fields, allora area rurale periferica di Londra. Negli anni il mercato cadde in declino, fu acquistato dalla City di Londra e in seguito trasferito nella sede attuale.

Venne riprogettato nel 2003 dal celebre architetto inglese Sir Norma Foster e da allora per molti ha perso, assieme al suo assetto, anche il suo fascino originale. Oggi non si vendono più carni, ma abbigliamento vintage e di designer indipendentioggettistica e vi è una fornitissima schiera di chioschi di street food, dalla pizza napoletana (consiglio) ai bao, tutto il cibo etnico e tanto altro. Si divide oggi in tre zone, la prima appunto Spitalfields, poi abbiamo subito accanto Old Spitalfields con tanti banchi di merce in vendita, abbigliamento ed accessori, hobbistica e tanto altro. In fine resta una piccola area che è il vecchio mercato, quello originale.

L'Old Spitafields Market a Londra.

Le principali attività sono aperte tutti i giorni, mentre il mercato vero e proprio si tiene di giovedìvenerdì domenica con tante bancarelle non solo di cibo, ma anche di design e artigianato.

Gli esercizi commerciali dell’Old Spitalfields Market

Su questo sito web potete trovare la lista completa degli esercizi commerciali dell’Old Spitafields Market a vendere cibo, vestiti e molto altro! Sul sito web potete trovare anche informazioni più dettagliate sul mercato e sulla sua storia, vi consiglio di passare a darci un’occhiata perché è veramente ben fatto!

Uscite su Market Street affiancando il mercato fino all’incrocio su Brushfield Street. Proseguite quindi sulla sinistra e vi ritroverete su di una strada ampia affiancata da diverse attività commerciali, negozi e ristoranti. In fondo alla strada, immancabile, una delle vedute più belle di Spitalfieds, quella che da sulla facciata di Christ Church.

Orario e giorni di apertura dei mercati nella zona di Spitalfields

Old Spitalfields Market:
lunedì, martedì, mercoledì e venerdì / 10:00 – 20:00 /;
giovedì / 08:00 – 18:00 /;
sabato / 10:00 – 18:00 /;
domenica / 10:00 – 18:00 /;
Up Market:
sabato / 11:00 – 18:00 / e domenica / 10:00 – 18:00 /;
Blackyard Market: sabato / 11:00 – 18:00 / e domenica / 10:00 – 18:00 /;
The Tea Rooms: sabato / 11:00 – 18:00 / e domenica / 10:00 – 18:00 /;
Brick Lane Vintage Market:
Dal lunedì al venerdì / 11:00 – 18:30 /;
sabato / 11:00 – 18:00 /;
domenica / 10:00 – 18:00 /;
Ely’s Yard Street Food: aperto tutti i giorni con orari variabili che dipendono dai food truck.

La Christ Church di Spitalfields

La Christ Church di Spitafields a Londra

Realizzata da un progetto dell’architetto Nicholas Hawksmoor e costruita nel XVIII secolo, la Christ Church di Spitalfieds venne realizzata con lo scopo di costruire nuovi chiese da affiancare alla comunità religiosa delle nuove zone di sviluppo a Londra. La chiesa, un bell’esempio di architettura barocca, è aperta al pubblico con ingresso gratuito.

Al suo interno, da una sola navata molto chiara e ariosa, troverete un bellissimo organo presente nell’edificio dal 1735 e un meraviglioso angolo bar e cafè dove potervi rilassare mentre alzate il naso per ammirare la volta e le bellissime opere d’arte presenti al suo interno. Vale decisamente la pena di una visita!

Proseguite diritti su Fournier Street per sboccare direttamente su Brick Lane.

Brick Lane

I murales della strada di Brick Lane a Londra.

Brick Lane è in assoluto uno dei punti più caldi della zona di Spitalfields. La celebre strada, famosa in tutta Londra per i suoi graffiti e per i ristoranti indiani, prende il nome dalle numerose formaci che in passato producevano tegole e mattoni (per l’appunto bricks) nel XV secolo. Con l’arrivo degli Ugonotti, le fornaci iniziarono a chiedere per lasciare posto, un po’ alla volta, ai laboratori di tessitura, sartorie e botteghe.

Con loro ebbe inizio la vera trasformazione di Brick Lane e del quartiere, continuata con l’immigrazione irlandese ed ebrea che diete vita, nel XIX secolo, ai mercati che la rendono famosa. La più recente immigrazione bengalese alla fine degli anni ’60 le hanno dato il nuovo soprannome di Banglatown.

Ai nostri giorni Brick Lane è celebre per le numerose opere di street arte gli eventi legati all’arte, con nuove opere in continua apparizione tanto belle e particolari da renderla una delle zone più fotografate della città. Affianco alle opere d’arte affacciatevi alle vetrine dei negozi, molti dei quali indipendenti, e cercate il miglior curry o i bagel fragranti tra la lunga lista di locali in zona che hanno reso Brick Lane celebre in tutta Londra per essere il quartiere della cucina indiana per eccellenza.

La street art di Brick Lane

Street art nel quartiere di Brick Lane, Londra.

La street art di Brick Lane è uno dei motivi principali che spingono ogni anno migliaia di visitatori a raggiungere questa zona multietnica e colorata dell’East End. Nel percorrere Brick Lane e le laterali su Shoredicth noterete i moltissimi graffiti che decorano, tappezzano e colorano i muri, le porte e gli edifici. La street art a Brick Lane mostra murales giganteschi e piccoli graffiti negli angoli nascosti. Cercando per bene troverete opere di Banksy, D*Face, Thierry Noir, come anche artisti meno conosciuti ma dal talento altrettanto grande! I loro lavori, infatti, spesso vengono coperti, sostituiti e trasformati, ed è per questo che ogni viaggio a Brick Lane non sarà mai uguale a quello precedente. Per questo non limitatevi alla sola Brick Lane, ma nel corso della passeggiata durante il giorno spostatevi anche nelle strade laterali come Hanbury Street, Redchurch Street, Fashion Street, proseguite verso Shoreditch High Street e Whitby Street. Non mancate l’Els yard con le sue celebri installazioni delle frecce conficcate nel palazzo, l’auto sul tetto e il pescatore di passanti.

Il Bricklane Market ogni domenica

Se visitate Bricklane di domenica non potete mancare una visita al Bricklane Market. Si tratta di un enorme mercato all’aperto organizzato ogni sabato e domenica lungo Cheshire Street dove potrete scovare di tutto, dal vintage ai vinili, alla frutta e verdura, oggetti per la casa, street food e tanto altro.

La Old Truman Brewery

Il vecchio edificio del birrificio Truman nel quartiere di Spitalfields, a Londra.

Seguendo Brick Lane verso nord vi imbatterete negli edifici della vecchia Old Trewman Brewery. Nata in origine nella seconda metà del XVII secolo come Black Eagle Brewery come il nome della strada su cui era sorta, la Truman Brewery era un importante fabbrica di birra nel Regno Unito e fu una delle prime a realizzare a birra con il luppolo. Venne fondata da Jospeh Truman, mentre a farla diventare famosa ci pensò il nipote Benjamin che, con l’ingresso di alcuni soci, la portò a diventare il terzo birrificio a Londra per dimensioni e produzione e a raggiungere alla fama internazionale.

La fabbrica cessò l’attività alla fine del XIX secolo a causa della sempre maggiore diffusione di birre più economiche, come le Lager. Il marchio è stato riportato in vita ma il birrificio di Brick Lane è stato riconvertito, in tempi moto recenti, in un centro per le arti e la cultura con mercati, aree dedicate allo street food e mostre temporanee.

Uno di questi, il nostro preferito in assoluto, è l’Up Merket, un mercato con oltre 41 bancarelle di cibo dedicate allo street food. Lo troverete all’incrocio tra Brick Lane e Hanbury Street.

Lo sapevi che…?

Su Hanbury Street, nel cortile del numero 29, fu trovato il corpo di Ann Chapman, la seconda vittima di Jack lo squartatore.

L’UP Market: il luogo ideale dove mangiare a Spitalfields e Brick Lane

L’Old Spitafields Market è forse il più famoso di questa zona ma non è il solo! Situato nel cuore del quartiere di Spitalfields, l’Old Spitalfields Market è poco lontano dall’Upmarket con banchetti di street food di diverse origini, il Backyard Market e il Brick Lane Vintage Market che, nel seminterrato, è specializzato in abbigliamento vintage, dischi e accessori. Ci sono anche The Tea Rooms per antichità e oggetti rari, Ely’s Yard con i truck di street food.

Assicuratevi di arrivare affamati perchè nell’Old Spitalfields Market e nell’Upmarket troverete alcuni dei piatti da street food più buoni dell’intera Londra!

Dai piatti della cucina indiana a quella etiope, i deliziosi tteokbokki coreani e le arepas venezuelane. Ma anche cinese, giapponese, vietnamita, thailandese, coreano, brasiliano, avrete davvero l’imbarazzo della scelta! Ci sono 41 banchi differenti tra cui scegliere! Se lo street food non fosse il vostro forte allora potete fare un tour della zona che vi permetterà di scegliere tra il curry e i samosa di alcuni dei ristoranti indiani migliori della città.

Quasi tutti questi mercati, ad eccezione del Brick Lane Market, sono aperti principalmente durante i weekend.

Usciti dal mercato giriamo a sinistra su Commercial Street e poi a destra su Hanbury Street.

Il Blackyard e il Tea Rooms Market

L'ingresso del Black Yard Market presso Brick Lane, a Spitalfields, Londra.

Appena usciti dall’edificio, sulla sinistra, usciamo sulla strada e proseguiamo seguendo le indicazioni per il terzo mercato della gioranta: il Blackyard Market. Aperto solo di sabato e di domenica, il Blackyard Market ospita una piccola varietà di collezionisti e artigiani con prodotti che spaziano dai vestiti, i dischi in vinile, i gioielli e i creatori di tè e tisane.

Vi suggerisco anche di entrare nel vicino Tea Rooms Market. Non fatevi spaventare dal soffitto basso e dalla folla. Una volta che vi sarete fatti strada al suo interno vi troverete in un mondo più elegante di antiquariato e di vestiti insoliti di seconda mano, dischi usati e chincaglierie.

Nelle vicinanze non mancate anche una visita al Sunday Up Market, un mercato più piccolo e dall’atmosfera ben diversa dallo Spitalfields Market, più disordinato e con bancarelle quasi improvvisate anche queste a vendere una grande varietà di oggetti, con alcune bancarelle di street food.

Il Brick Lane Vintage Market

Tra i più celebri mercati ricavati dagli edifici del birrificio Truman potete trovare il Brick Lane Vintage Market. Ricavata dal seminterrato di uno degli edifici del birrificio, il mercatino è, a differenza degli altri, aperto tutti i giorni dalle 11:00 alle 18:00 (con apertura anticipata alle 10:00 nelle domeniche).

Il mercato è principalmente dedicato ad appassionati di abiti, vinili, accessori e oggettistica vintage con proposte che spaziano dagli anni ’20 agli anni ’90. Qui non troverete solo oggetti di seconda mano, ma anche creazioni di designer locali che amano riutilizzare pezzi vintage, assemblarli e dare loro nuova vita creando nuovi capi e oggetti da riutilizzare in tempi contemporanei.

I negozi al suo interno sono davvero tanti! Noi vi suggeriamo di scendere le scale e dedicare almeno un’ora a scoprire la grande offerta e varietà di prodotti proposti! Un negozio degno di nota è Blitz, una vera istituzione frequentata anche da personaggi famosi che passano di qui a rinnovare il loro guardaroba con abiti vivaci e sgargianti!

La facciata del negozio Brick Lane Bookshop, al numero 166 dell'omonima strada.

Una volta usciti dai mercati proseguiti su Brick Lane e continuate ad esplorarne i negozi (fate tappa al bellissimo Brick Lane Bookshop al numero 166) e a notare le opere di street art sparse un po’ ovunque lungo la strada, per terminare la vostra visita a Spitalfields e Brick Lane con un gigantesco bagel ripieno di carne e di mostarda da Bagel Bake, una vera e propria istituzione in tutta Londra che prepara bagel soffici e fragranti, secondo l’antica tradizione ebraica.

La Spitalfields City Farm

All’altezza con Buxton Street vi suggeriamo di deviare verso destra e di recarvi alla Spitalfieds City Farm, fondata nel 1978 con lo scopo di migliorare la vita dei cittadini e della comunità. Con giardini, stalle e diversi orti, con anche una sala da te e un negozietto dei prodotti ricavati dalla fattoria cittadina, la zona può essere visitata dal giovedì alla domenica dalle 10:00 alle 16:00. La fattoria cittadina ospita asini, pecore, polli, fagiani, anatre, maiali e altri animali. Sono presenti attività didattiche e giochi per i bambini. Nel rientrare verso Brick Lane vi suggerisco anche una deviazione nei vicini Allen Gardens. Le mura che sorreggono la linea della overground ospita sempre diverse opere di street art con artisti

Che cosa vedere nei dintorni

L’area di Spitalfields e la strada di Brick Lane sorgono in una zona centrale e vibrante di Londra circondata da ottimi ristoranti, negozi, mercati e numerose attrazioni! Dalla zona di Liverpool Street con il gigantesco Eataly a ovest, il quartiere moderno di Shoreditch a nord con il bellissimo mercato floreale di Columbia Road, Whitechapel a est, Aldgate e Tower Hill a sud con la vicinanza alla Tower of London al mercato vittoriano di Leadenhall. Nell’allungare la vostra visita ai dintorni di Spitalfields non faticherete nel trovare attrazioni e attività per tenervi impegnati.

Tra le più interessanti cose da vedere nei dintorni di Brick Lane e Spitaflields vi suggeriamo:

  • La Whitechapel Gallery: fondata nel 1901 è tra le prime gallerie a finanziamento pubblico per le mostre temporanee di Londra e negli anni ha promosso il debutto di artisti come Picasso, Pollock e Frida Kahlo. La galleria si trova a ridosso della fermata della metropolitana di Aldgate East, ospita oggi esibizioni dedicate all’arte moderna e contemporanea. L’ingresso è generalmente gratuito, con l’eccezione di alcune esibizioni temporanee organizzate durante l’anno.
  • Il Columbia Road Flower Market: un bellissimo mercato più a nord di Brick Lane, dedicato a piante, fiori e giardinaggio aperto ogni domenica dalle 08:00 alle 14:00;
  • Eataly London: si tratta della più grande destinazione dedicata al cibo in tutta Londra, un gigantesco edificio con tre diversi ristoranti, bar, un mercato con all’interno pasta fresca, carni, formaggi, olio, vini, spezie e un vastissimo assortimento di prodotti nostrani dal fantastico stivale italico!

Nel quartiere vi segnalo anche la Van Gogh Immersive Experience che, aperta nel 2022 sta ancora oggi riscuotendo un grande successo tramite un’esperienza visiva e sensoriale dedicata al celebre artista olandese.

L'ingresso della mostra multimediale dedicata a Van Gogh a Spitalfields, Londra.

Come arrivare a Brick Lane e Spitalfields

La zona di Spitalfields e la strada di Bricklane sono serviti dalla stazione di Algate East (sulle linee delle metropolitana di Hammersmith & City District), Shoreditch High Street (sulla linea London Overground) oppure a Liverpool Street (sulle Hammersmith & City, Circle o Metropolitan).

Delle tre stazioni vi suggerisco di scendere a Liverpool Street, un importante snodo ferroviario in città e per questo più grande e con un un numero maggiore di collegamenti diretti con le altre zone di Londra sia con il servizio di trasporto metropolitano che con le diverse linee autobus che fanno tappa alla stazione.

Da qui potrete facilmente seguire il nostro itinerario di visita proposto.

Dove e che cosa mangiare e bere tra Spitafields e Brick Lane

Tra i suoi celebri banchetti all’interno dell’Old Spitafields Market con bakery e cucine internazionali, per non parlare per la vastissima offerta di street food all’Upmarket o la vasta selezione di ottimi curry restaurant indiani e del Banladesh lungo Brick Lane non vi sarà di certo difficile trovare ottima cucina e tanta varietà tra cui scegliere a prezzi accessibili. Qui troverete anche alcuni locali delle catene più celebri in città tra cui Leon, Wagamama, Gourmet Burger, ma anche Sud Italia, un minuscolo furgoncino riconvertito in forno a legna, che sforna ogni giorno tantissime pizze napoletane!

In generale vi consiglio di passeggiare all’interno dei mercati o per la strada di Brick Lane per farvi un’idea e per lasciarvi attirare dalle emozioni che i cinque sensi attiveranno in voi, dando maggiore spazio all’Upmarket, che reputo quello con la proposta di cibo più varia ed entusiasmante.

Affianco alle proposte dei ristoranti e mercati locali ci sono alcuni nomi che, nel corso degli anni, hanno raggiunto una buona visibilità nella zona di Spitalfields e di Brick Lane. Partiamo da Bagel Bake, un negozio aperto 24 ore su 24 che si trova al civico 159 di Brick Lane.

Il locale è specializzato specializzato in bagel preparati secondo la tradizione ebraica e riempiti con vari ingredienti. Il più celebre (a 8.18£) è quello servito con manzo salato, senape e cetriolini.

Il locale è una bakery e propone anche dolci di diverso tipo, tutti sfornati e preparati in giornata, dai Danish roll allo strudel di mele, passando per la cheesecake.

Le curry house più quotate sono Aladin o Sheba, due dei migliori. All’incrocio con Brick Lane troverete anche Poppies Fish and Chips, uno dei locali in città più rinomati non solo qui, ma in tutta Londra per la preparazione della celebre specialità inglese!

Parlando sempre di tradizioni non posso non mancare dal consigliarvi qualche locale dove gustare un’ottima birra artigianale, in ricordi dei vecchi tempi quando l’area era sede della celebre birra Truman! In questo caso vi suggerisco di sedervi al The Buxton, un pub ristorante elegante con cucina internazionale, birre artigianali alla spina e buoni cocktail.

La vetrina della Brick Lane Tap Room, bar che serve birra a Londra.

Le nostre preferite sono però due tap room, la Brick Lane Tap Room nei pressi della Truman Brewery e Kill The Cat nei pressi dell’Old Spitalfiels Market. Entrambe, specialmente il secondo che è il nostro preferito, hanno un’ottima selezione di birra alla spina, in lattina e in bottiglia ( troverete in entrambi i locali ben più di 50 birre tra cui provare).

Eventi da non mancare all’Old Spitalfields Market

Non solo mercati e street art! Nella zona di Spitalfields e di Brick Lane vengono organizzati diversi eventi durante l’anno. Qui di seguito abbiamo elencato per voi i più interessanti e particolari:

  • Silk Series – una serie annuale di workshops ed esibizioni di moda orientate al fashion sostenibile.
  • Vinyl Market – un evento che accade due volte al mese con il miglior mercato nel sud del Regno Unito per i collezionisti di vinili.
  • East Art Fair – la fiera dell’arte organizzata tre volte l’anno in modo di dare maggiore accessibilità all’evento.
  • Spitalfields Music Festival – un evento estivo che celebra oltre 500 anni di musica e di storia con concerti che raggruppano artisti da ogni parte dell’UK.
  • Swing Patrol – un festival organizzato ogni estate e dedicato alla danza dello swing, con oltre 1500 partecipanti ogni anno.

Guida local e low cost alla città di Londra

Spitafields è un’area in uno dei 32 quartieri (neighborhoods) in cui è suddivisa Londra, ognuno diverso e ognuno da visitare con interesse e curiosa attenzione. Navigando nel blog, con il tag “Guida a Londra“, potete trovare una serie di post utili per organizzare la vostra visita a Londra e per imparare a scoprirne ogni angolo come un vero local.

La guida è completa di una mappa che raccoglie le attrazioni quartiere per quartiere (la andremo a completare un po’ alla volta, man mano che visitiamo la città) e include una serie di mini-guide dedicate ai quartieri che finora abbiamo visitato in città:

Guida per visitare Londra low cost

Continuando a leggere troverete anche una serie di contenuti che pensiamo vi possano essere utile per imparare a vivere Londra al meglio risparmiando sui costi e senza cadere nelle trappole per turisti:


Siamo certi rimarrete molto entusiasti nel visitare la zona di Spitalfieds e di Brick Lane! Spero che la nostra guida sia in grado di fornirvi tutte le informazioni di cui avete bisogno per visitare la zona.

Se così non fosse, lasciate un commento qui sotto o scriveteci per email con le vostre domande. Siamo sempre contenti di rispondere e di aiutarvi!

A presto e buona visita!