Inghilterra

Visitare le Cotswolds in Inghilterra: guida pratica per organizzare il tuo viaggio

La chiesa di Snowshill, Cotswolds.

Questo articolo può contenere dei link di affiliazione con enti del turismo regionali o nazionali, strutture o servizi privati. All’interno del mio blog ti suggerisco solo esperienze selezionate che derivano da partner affidabili. Se clicchi su uno di questi link, noi riceveremo una piccola commissione, mentre per te non ci sarà alcun costo aggiuntivo. Questo mi aiuta a mantenere libero questo blog e a produrre nuovi contenuti di viaggio originali.

Le Cotswolds sono una zona di colline dolci che, da Stratford-Upon-Avon a nord, arriva fino a sud di Bath, nel sud-ovest dell’Inghilterra. Per noi le Cotswolds sono state una piacevolissima scoperta, arrivata mentre cercavamo una località dove passare un weekend natalizio non molto lontano da Londra. Denominati Area of Outstanding Natural Beauty (AONB: Area di bellezza naturale eccezionale) nel 1966, i verdi territori boschivi e campagnoli che delimitano la regione si trovano infatti a sole poche ore dalla capitale inglese e dalle città di Oxford e Bath, ma vi sapranno regalare un’atmosfera completamente diversa.

Dopo avervi raccontato dei villaggi, dei giardini e dei parchi più belli delle Cotswolds nel post “Cotswdols in Inghilterra: guida ai villaggi più belli da visitare“, con questa guida voglio ripercorrere i nostri viaggi passati per aiutarvi a pianificare la visita nelle Cotswolds e vivere la miglior esperienza possibile in questa fantastica area dell’Inghilterra.

Partendo dalle informazioni più pratiche, che includono come spostarsi, dove mangiare e dove dormire, troverete anche una raccolta dei migliori percorsi, delle attività da considerare e un itinerario di 3 giorni che condensa nel corso di un fine settimana un’esperienza ideale di visita alle Cotswolds.

Nel post ho cercato di utilizzare solo foto scattate da noi. Non tutte sono uscite benissimo, ma vi posso garantire come ogni posto sia meraviglioso!

Continuando a leggere troverete:

Nel visitare le Cotswolds ricordate che il Regno Unito non fa più parte dell’UE, e per questo motivo nel viaggiare in UK non sarete più coperti dalla tessera sanitaria europea. Prima di partire non dimenticate di sottoscrivere un’assicurazione di viaggio. Vi lascio qui il link alla mia assicurazione di fiducia adatta a viaggiatori casuali o a nomadi digitali come me e Martina!

La bellezza delle Cotswolds

Ponticello in petra sul fiume di Burton-on-the-Water, Cotswolds.

Le Cotswolds sono un sistema collinare nel sud-ovest dell’Inghilterra formato principalmente da oliti, rocce calcaree di provenienza antichissima. L’area è infatti molto importante sia dal punto di vista geologico che storico. Qui potrete ritrovare diverse testimonianze romane, principalmente rinvenute con le fondamenta di mura, antiche ville e centri termali.

Sull’origine del nome si discute, ma il cot in cotswolds si pensa possa derivare da una parola locale usata per indicare recinti di pecore, mentre wolds è una parola inglese antico che significa colline.

Le Cotswolds costituiscono quello che è quasi il più grande paesaggio protetto in Inghilterra (secondo solo al Lake District) e sono state dichiarate Area of Outstanding Natural Beauty (area di eccezionale bellezza naturalistica), una certificazione delle aree di interesse naturalistico in UK.

La bellezza delle Cotswolds sta proprio nel loro caratteristico paesaggio da cartolina di un’Inghilterra rurale ormai dimenticata, dove il verde è il vero protagonista e i villaggi esistenti sono gli ospiti. Chi vive nelle Cotswolds porta un forte rispetto per ciò che lo circonda, e per questo motivo le coltivazioni sono sostenibili e i villaggi rimangono piccoli con fattorie, case e negozi bassi costruiti in pietra e legno, sentieri stretti e stradine di campagna che seguono il panorama e il corso scelto dalla natura, senza forzarlo come fa spesso l’uomo costruendo grandi centri abitati e città.

Proprio per questo ogni villaggio è una piccola gemma che lascia a bocca aperta, delle vere chocolate boxes, come dicono qui. Le foto e le parole si sprecano, perché niente è meglio di una visita in prima persona per capire di che cosa parlo.

L’allevamento e l’agricoltura restano una parte importante dell’economia locale: i campi, le siepi e i boschi fanno parte di un paesaggio agrario che risale ai tempi del Domesday Book. Al giorno d’oggi, tuttavia, la maggior parte delle persone viene nelle Cotswolds per fare escursioni, andare in bicicletta, camminare e passeggiare. L’area è ricca di sentieri pedonali, tra cui la Cotswold Way di 102 miglia che inizia a Chipping Campden, e le colline, i campi e le valli sono meravigliosi da esplorare a piedi, su due ruote o anche a cavallo.

Le Cotswolds sono l’essenza romantica della campagna inglese che fa da sfondo ai racconti di Jane Austen e di Beatrix Potter, che ha conquistato personaggi come Hugh Grant, Lily Allen e Re Carlo III stesso, che qui ha la sua splendida dimore di Highgrove.

Dove si trovano le Cotswolds

Negozi nel centro di Stow-on-the-Wold, Cotswolds.

Le Cotswolds sono una vasta area verde al centro-sud dell’Inghilterra (e a nord-ovest di Londra, tra Oxford e Bristol). L’area abbraccia ben sei contee: Gloucestershire, Oxfordshire e parte di Wiltshire, Somerset, Worcestershire e Warwickshire.

Le Cotswolds sono delimitate dal fiume Avon a nord, da Oxford a est, da Cheltenham a ovest e dalla valle del Tamigi a sud

Per via della comoda posizione geografica, un viaggio nelle Cotswolds può includere una visita alle città di Bath, Bristol o di Oxford, come anche un proseguimento più a sud verso la Cornovaglia, un’altra parte di Inghilterra celebre per la sua grande bellezza paesaggistica.

Vi lascio qui sotto una mappa davvero ben fatta della regione delle Cotswolds inglesi preparata da Cotswoldswebsite.com, che mostra ben nel dettaglio la conformazione dell’area e la posizione dei villaggi più belli.

Come raggiungere le Cotswolds e come spostarsi

Proveniendo dall’Italia il modo migliore per raggiungere le Cotswolds è con un volo diretto per l’Inghilterra. Gli aeroporti più vicini all’area delle Cotswolds sono quelli di Bristol e di Birmingham, assieme a London Heathrow più a est.

Se è vostra intenzione quella di raggiungere le Cotswolds viaggiando da Londra, allora vi suggerisco di raggiungere in metropolitana l’aeroporto di London Heathrow (o da quello di London Luton, anche se più lontano) o la città di Oxford dove potrete noleggiare un auto con cui spostarvi verso l’area. Proveniendo da sud, anche Salisbury e Bath possono essere due buone basi di partenza.

Per raggiungere le Cotswolds potrete affidarvi a due alternative:

  • Noleggiare un’auto all’aeroporto di London Heathrow, Bristol, Birmingham o a Oxford (qui la nostra guida alla città universitaria) e poi esplorare le Cotswolds in autonomia, scegliendo i villaggi che vi piacciono di più. Questa è soluzione che vi suggerisco così da poter postarvi come vi pare e piace potendo raggiungere agilmente zone nascoste e al di fuori dei percorsi tracciati dai tour o dai trasporti pubblici. Vi sarà facile guidare nella campagna inglese e non è così complicato trovare aree di sosta (anche gratuite) presso ogni villaggio.
  • Se non ve la sentite di guidare in Inghilterra o nelle più strette strade delle Cotswolds, allora potete scegliere di prendere parte ad un tour guidato di una giornata con partenza da Londra. Personalmente vi consigliamo questo tour di un giorno, che vi dà modo di scoprire un numero decente di villaggi. Trovate maggiori dettagli sulle visite guidate nella prossima sezione, continuando a leggere.
  • Una terza alternativa consiste nell’utilizzare la rete capillare di mezzi pubblici, che per quanto presente e molto efficiente vi sconsigliamo perché rallenterebbe di molto la vostra visita, togliendo la libertà che questo tipo di viaggio richiede. Se siete comunque interessati a controllare le opzioni di trasporto pubblico vi suggeriamo di affidarvi a Omio, un aggregatore molto funzionale che vi mostrerà tutte le opzioni a disposizione via treno o via bus.
    • Viaggiando via treno vi ritroverete su uno dei treni della Great Western Railway. Da Paddington partono ogni giorno treni fino alla stazione di Kemble, nel Glouchestershire. Da qui potete prendere un bus per Morton in the Marsh, Stow-on-the-Wold, Bourton on the Water e Tetbury. Le principali stazioni che potete poi raggiungere all’interno delle Cotswolds sono Cam & Dursley, Cheltenam, Gloucester, Kemble, Moreton-in-Marsh, Stonehouse, Stround e Ashchurch.
    • Viaggiando via bus l’opzione migliore a disposizione sono gli autobus National Express da London Victoria con fermate a Cheltenham, Gloucester e Stroud. Da qui potete poi sfruttare la rete locale di trasporti pubblici.

Per maggior informazioni, vi lascio il link a questa comoda mappa che mostra tutti i collegamenti esistenti tra i centri abitati delle Cotswolds, vi autobus e via treno.
La Vauxhall Astra noleggiata per il nostro viaggio nelle Cotswolds.

Per spostarvi vi suggeriamo quindi di affidarvi a un’auto a noleggio o a un tour organizzato. Per quanto presenti, i mezzi pubblici non collegano tutti i villaggi – alcuni dei quali molto piccoli – e rallenterebbero di molto i vostri spostamenti, limitandovi a dover stare a orari e tabelle di marcia che difficilmente potrebbero adattarsi alle vostre necessità.

I villaggi sono tutti generalmente vicini, raggiungibili con appena 20-30 minuti di guida l’uno dall’altro.

Noleggiare un’auto per girare le Cotswolds

Per il noleggio auto ci siamo affidati a Hertz presso l’aeroporto di Heathrow che offre auto a chilometraggio illimitato – sia elettriche che a combustione, con tariffe molto competitive. I prezzi sono nella media, ma il vero risparmio sta nei loro veicoli moderni e dal consumo molto limitato, il che permette di mantenere molto bassi i costi del carburante. Vi suggerisco di accordarvi per un’assicurazione aggiuntiva così da ridurre al minimo la frachigia e azzerare i costi di deposito. Vi consiglio inoltre di riportare l’auto col serbatoio pieno. Fare un pieno al distributore vi costerà molto meno rispetto al pagamento della differenza di carburante alla compagnia.

Dall’aeroporto di London Heathrow (a circa un’ora di treno dal centro di Londra) impiegherete circa due ore per raggiungere l’area a centro-sud delle Cotswolds.

Una volta percorso gran parte del tragitto sulla rete autostradale britannica devierete sulle strade di campagna per immergervi nel country side e vi ritroverete circondati da un paesaggio fantastico con lunghe distese di campi coltivati, pecore al pascolo, un susseguirsi di piccoli villaggi in pietra con i loro cottage caratteristici.

Dove parcheggiare nei villaggi delle Cotswolds?

I diversi villaggi nelle Cotswolds offrono diverse opzioni di parcheggio. In alcuni villaggi (specialmente i più piccoli) potrete lasciare l’auto lungo la strada o in posti auto gratuiti appositamente designati. Nei villaggi più grandi potrete optare per le soste a durata limitata dei supermercati, o affidarvi ai parcheggi orari a pagamento – non troppo economici, ma come vi accennavo i villaggi non sono troppo grandi per cui non dovrebbero venire a costarvi troppo.

I migliori tour per raggiungere e visitare le Cotswolds

La piazza principale di Castlecombe, Cotswolds.

Se preferite non noleggiare un auto e non affidarvi ai mezzi pubblici così da godervi uno o due giorni di relax e di vacanza totale nelle Cotswolds, allora vi posso consigliare di prendere parte a un tour guidato. Ce ne sono in partenza da diverse località in Regno Unito. Solitamente i tour da Oxford o da Londra sono molto buoni perché raggruppano in uno o due giorni alcuni dei villaggi più belli della zona.

Di seguito abbiamo raccolto alcuni dei migliori tour guidati che potete valutare per scoprire i villaggi più belli delle Cotswolds. Per viaggiare noi ci affidiamo solitamente a Civitatis e Get Your Guide, che offrono entrambi esperienze di questo genere. Sono entrambi molto buoni per via della loro politica di cancellazione flessibile e il servizio clienti, per non parlare dei tour che ci hanno sempre lasciato molto contenti.

Dateci un’occhiata e scegliete quello che più fa al caso vostro:

  • Tour di Stratford e Cotswolds: si tratta di un’escursione in giornata con partenza dalla stazione di London Victoria alla scoperta di Stratford-upon-Avon, città Natale di Shakespeare, e ai due villaggi di i pittoreschi villaggi di Bibury e di Bourton-on-the-Water, tra i più belli delle Cotswolds. Il tour non include il pranzo, ma è compreso l’ingresso alla Scuola di Shakespeare e al Cottage e i Giardini di Anne Hathaway.
  • Tour da Londra alle Cotswolds per piccoli gruppi: si tratta forse del tour che consigliamo di più tra tutti. Per quanto non comprenda il viaggio, l’escursione è dedicata a gruppi di piccole dimensioni con una guida che vi spiegherà nel dettaglio la storia dell’area e di ogni villaggio. L’escursione in giornata porta a visitare quattro dei villaggi più belli nelle Cotswolds: Bibury, Burford, Burton-on-the-Water, Stow-on-the-Wold.
  • Escursione in giornata da Londra alle Cotswolds (con pranzo): simile alla precedente, con l’eccezione che alla visita di Burton-on-the-Water (che a mio parere merita molto) si sostituisce un pranzo in un antica locanda, luogo di fermata di cavalli e carrozze.
  • Tour in giornata da Oxford: un tour in giornata con partenza da Oxford, nei pressi della Biblioteca dell’Istituzione Tayloriana a St Giles. Il tour guidato è uno dei più ricchi, e prevede diverse fermate che includono alcuni dei villaggi più belli dell’area a nord delle Cotswolds, tra cui Minster Lovell, Asthall e Swinbrook, Burford, Bourton-on-the-Water e Stow-on-the-Wold).

Il mio consiglio

Tra quelli proposti vi suggerisco il secondo, il tour da Londra alle Cotswolds per piccoli gruppi. Per quanto non includa il pranzo, vi darà modo di visitare Burton-on-the-Water, uno dei villaggi più belli dell’intera area delle Cotswolds. Qui non faticherete a trovare qualcosa da mettere sotto i denti e anzi, sarete fortunati perché potrete pranzare da Bakery on The Water, una delle più buone, celebri e a buon prezzo bakery delle Cotswolds con servizio cafè, pasticceria e pranzo. Non potrete chiedere di meglio!

Qual è il periodo migliore per visitare le Cotswolds?

Ammettiamolo, la Gran Bretagna non ha un clima invidiabile per gran parte dell’anno e ci dispiace ammettere come le Cotswolds non si salvino troppo da questa sventura. Vista la vasta dominazione naturale dell’area, bisogna però dire che le Cotswolds si prestano a una gita soddisfacente durante l’interno anno, anche durante i mesi più freddi.

La primavera e l’estate sono tra le stagioni più consigliate per visitare le Cotswdolds, perché le giornate sono più lunghe e calde. Sono però anche il periodo in cui le Cotswolds si riempiono di turisti, rendendo meno tranquilla e più costosa la permanenza nei villaggi. L’alta stagione è quella che va da giugno ad agosto, e proprio per questo vi suggeriamo di evitarla, specialmente se sperate di alloggiare in un cottage per un buon prezzo.

Noi vi consigliamo di visitare le Cotswolds nei mesi di maggio, giugno oppure dal tardo settembre a metà novembre, quando le temperature saranno ancora miti e i villaggi meno affollati e più caratteristici.
Il monumento alla guerra di Burton-on-the-Water, Cotswolds
Cotswolds in autunno

Noi abbiamo visitato queste zone per ben due volte. La prima, durante l’autunno, ci ha regalato dei colori fantastici degli alberi nei boschi e nei giardini dei cottage inglesi. Le Cotswolds d’autunno offrono giornate sufficientemente miti e lunghe per godersi lunghe passeggiate tra i boschi, i villaggi e la campagna dell’area, con la possibilità di rigenerarsi tra le fronte degli alberi e la tempesta di morbide foglie colorate in caduta.

Cotswolds in inverno

La seconda visita è avvenuta nel periodo di Natale, durante un freddo weekend di dicembre. Se il clima era gelido e le giornate molto brevi, i villaggi e le colline delle Cotswolds si sono presentati come dei piccoli gioielli natalizi, con i cottage e i pub con bellissime decorazioni, con molta meno gente e un clima gelido all’esterno, ma molto caldo e festoso sulle facciate e all’interno dei palazzi. La nostra seconda vacanza è stata più lenta e rilassante, passata tanto fuori a visitare quando nei pub e in casa a cucinare qualcosa di buono, mentre leggevamo e guardavamo serie tv davanti al nostro caminetto. Da dicembre a febbraio c’è inoltre la possibilità che nevichi rendendo i villaggi dei piccoli quadretti unici al mondo!

Un cottage visto durante la notte con decorazioni natalizie, Cotswolds.

Che cosa vedere nelle Cotswolds inglesi: un itinerario di 3 giorni

Negozi su High Street di Burton-on-the-Water. Cotswolds.

Se di solito sono un instancabile camminatore e un macinatore di chilometri, il tipo di viaggiatore che cerca di vedere il più possibile nel giro di ogni singolo giorno di viaggio, con le Cotswolds ho scelto un approccio molto diverso.

L’area si trova su di una fetta di territorio molto rilassante e tranquilla. I ritmi di vita sono lenti e la routine dei villaggi rurali ruota attorno alla terra e alla natura. Nel visitare le Cotswolds vi consiglio quindi di non avere fretta e di non visitare più di due o tre villaggi per giorno. Per quanto siano tutti molto piccoli si tratta sempre di location tutte diverse e uniche a modo loro, con una vasta presenza di sentieri e di percorsi naturalistici nella natura che sarebbe un peccato non esplorare.

Tre giorni si sono rivelati ideali per visitare le Cotswolds perché vi danno modo di scoprire gran parte della zona, cominciare ad apprezzarla e godere della quiete, del calore e degli agi del vostro cottage, riconnettendovi con l’agio di una vita più semplice e libera.

Qui sotto abbiamo pensato per voi un itinerario di tre giorni alla visita dei Cotswolds, basandoci sulla nostra vacanza e su quanto abbiamo amato visitare e fare nel corso del nostro viaggio.

L’itinerario è volutamente generico, perché potete trovare una descrizione dettagliata di ogni villaggio all’interno della nostra guida ai villaggi più belli delle Cotswolds, dove trovare consigli specifici per ogni località elencata.

Giorno 1: Castle Combe, Cirencester, Bibury

Partiamo da Castle Combe, il villaggio da cartolina delle Cotswolds. Noi siamo partiti la mattina presto per recarci all’aeroporto di Heathrow, dove abbiamo ritirato la nostra auto a noleggio. In circa 90 minuti di guida nella campagna inglese eravamo arrivati a Castle Combe.

Lasciate l’auto nei pressi del parcheggio a lato strada e scendendo nel centro del villaggio. Due ore (molto rilassanti) vi saranno sufficienti per visitarne le poche strade, lo storico hotel con il parco e il giardino posteriore e fare qualche foto ai cottage e alla strada dal punto del ponte, divenuto famoso in tutti i social.

Risalendo in auto potrete guadagnare in poco meno di un’ora l’accesso alla cittadina di Cirencester, il capoluogo della regione dalle dimensioni più importanti e con diversi servizi.

Nonostante si tratti di un centro abitato ben più grande, troverete ad aspettarvi un gioiello con case basse in pietra arricchite da strade e cortili commerciali. Spingetevi fino alla Cattedrale di St John Baptist, visitate il celebre mercato su Market Place, qui organizzato da secoli, e salite Black Jack Street fino all’ingresso del gigantesco parco di Cirencester.

Qui potete fermarvi per una ristorante pausa pranzo. Troverete una vasta offerta di ristoranti, cafè e pub. Noi vi suggeriamo di fermarvi al Black Horse, un pub in centro dal tipico elegante aspetto vittoriano, con ottimo cibo cucinato al momento e una buona selezione di birre alla spina e cask.

Quando sarete ormai a pomeriggio inoltrato risalite in auto e spostatevi per godere del tramonto sulla fila di case dell storico villaggio di Bibury, un meraviglioso sito National Trust sulle rive di un fiume.

Qui potrete decidere se fermarvi per cena presso l’unico pub del villaggio, The Catherine Wheel, o se ritornare al vostro cottage per la notte.

Nel nostro caso abbiamo fatto una spesa grande con gli ingredienti per il weekend, qualche birra e delle patatine per organizzare delle rilassanti serata film davanti al caminetto. Prima di risalire in auto e buttarci tra le comodità del nostro cottage in collina ci siamo goduti una passeggiata tra le strade addobbate a Natale di Nailsworth, godendoci una birra al pub dove avevano già montato un enorme albero di Natale ricco di addobbi.

Giorno 2: Upper e Lower Slaughter, Burton on the Water

Il secondo giorno è dedicato alla visita di tre dei villaggi più belli delle Cotswlod, tutti molto vicini tra loro. Cominciamo da da Upper Slaughter, dove abbiamo lasciato la nostra auto prima di iniziare a visitare il piccolo agglomerato di case e la storica chiesetta a ridosso del ruscello.

Per questo secondo giorno vi suggeriamo di lasciare la vostra auto e di proseguire a piedi, per godere della bellissima passeggiata che, proseguendo nella campagna inglese lungo il fiume, vi porterà a godere di paesaggi favolosi mentre vi riconettete con la natura.

Visitare Upper Slaughter vi richiederà giusto 30 minuti, a cui vanno aggiunti 40 minuti per arrivare a Lower Slaughter, un villaggio da cartolina con dei cottage eleganti e una piccola chiesa, allineati sui due lati di un ruscello attraversato da diversi ponticelli, decorati con fiori e piante ornamentali. Troverete anche un vecchio mulino convertito in un cafè e un hotel elegante, che ospita i ricevimenti dei matrimoni celebrati proprio nella chiesetta del paese.

Seguendo ancora la campagna per 30 minuti arriverete a ridosso del villaggio di Burton-on-the Water, più grande dei precedenti e ricco di bellissime attrazioni. Fermatevi per pranzo al Knightsbridge, un ottimo pub dai prezzi economici, fate una fermata dopo pranzo da Bakery on The Water, una fantastica pasticceria che propone sia pasti caldi che cafè, dolci vari e panificati.

Non mancate una visita al negozio della Cotswolds Distillery, produttrice del gin e del whisky della zona, e ai molti altri negozi e botteghe lungo la strada principale. Sbizzarritevi con le fotografie dai diversi punti panoramici e dai ponti sul fiume Windrush, e affacciatevi al Cotswold Motoring Museum & Toy Collection e al Model Village, dove potrete trovare una ricostruzione in miniatura del villaggio di Burton on The Water. Se avete tempo spingetevi fino all’area verde di Birdland Park e Garden, con il Dragonfly Maze e il Jurassic Journey.

Prima che si faccia troppo tardi chiudete la vostra giornata ripercorrendo il percorso pedonale al contrario e passando per Lower Sloughter, o chiudete l’itinerario ad anello attraverso la campagna.

Nel rientrare verso il vostro alloggio fate un’ultima tappa alla Hawkstone Brewery, uno dei pochi micro birrifici artigianali nelle Cotswolds, con la tap room inserita in una location favolosa in mezzo alle colline a ridosso di Burton-on-the -Water. Sedetevi nei comodi divani della sala e godetevi la vostra pinta con la vista sulla campagna.

Tornati a Nailsworth ci siamo cucinati un’ottima cenetta a base di “panino pulled pork carbonara” (un’invenzione di cui siamo molto fieri) e patate al forno, guardandoci Love Actually (il nostro appuntamento natalizio annuale) e una puntata di The Crown, per gradire, insieme a un calice di vino rosso.

Giorno 3: Snows Hill, Broadway, Chipping Campden

Nel corso del terzo giorno lasciamo il nostro cottage e ci siamo spostati per visitare alcuni tra i villaggi più belli nell’area a nord delle Cotswolds.

Vi suggerisco di dirigervi subito a Snowshill, per godere di prima mattina della sua piazzetta da cartolina senza il via vai di turisti che solitamente affollano le stradine del villaggio. Lasciando l’auto nel parcheggio comunale di Pipers Grove potrete raggiungere il villaggio in pochi minuti a piedi, e avere rapido accesso anche alla storica tenuta di Snowshill Manor, con il bellissimo parco e giardino sul retro.

Nelle stagioni più calde non mancate una breve deviazione fino ai vicini campi della lavanda di Cotswold Lavander, prima di muovervi più a nord verso la Broadway Tower, da cui godrete del più bel punto panoramico sulla lunga distesa delle Cotswolds.

Si sarà ormai quasi fatta l’ora di pranzo, per cui vi consiglio di dirigervi a Broadway, la cittadina nelle Cotswolds celebre per la sua strada principale ricca di cottage e palazzi storici su cui sono insediati botteghe, pub, ristoranti, hotel di lusso e negozietti di ogni genere. Dedicate almeno 2-3 ore alla visita di Broadway e non solo per il pranzo. Datevi modo di scattare qualche foto (High Street è davvero fotogenica e piena di sorprese) e di esplorare tutte le stradine laterali e i cortili interni.

Per un pranzo economico e gustoso vi suggeriamo di fermarvi da Broadway Deli, una piccola bottega di delizie dove è possibile acquistare sandwich, panini, sausage rolls e tanti altri prodotti d’asporto di loro produzione.

Nel lasciare Broadway valutate una deviazione fino alla Gloucestershire Warwickshire Steam Railway, dove in momenti specifici della giornata è possibile vedere – e salire pagando il biglietto d’ingresso – su di un’antica locomotiva a vapore risalente al XIX secolo. Nel vederla vi sentirete proprio come Harry Potter nel suo primo viaggio verso Hogwarts! Controllate però sul sito ufficiale che la locomotiva sia effettivamente in funzione: quando siamo andati noi, purtroppo, era ferma da alcune settimane per lavori di manutenzione.

Prima di lasciare le Cotswolds fate una deviazione fino a Chipping Campden, il villaggio che più tra tutti ricorda un paesetto di montagna. Lasciate l’auto nei pressi del municipio e fate una passeggiata sulla strada principale. Visitate il piccolo mercato ricavato dall’antica Town Hall, salite fino alla St James’ Church e visitate il Court Barn Museum.

A questo punto si sarà fatto tardo pomeriggio e potrete scegliere se recarvi in aeroporto o se deviare verso Londra, con un’ultima passeggiata a Oxford la sera, prima di rientrare al vostro alloggio.

Dove dormire nel corso di un viaggio nelle Cotswolds inglesi

Le Cotswolds sono una zona del Regno Unito dedicata a un turismo mediamente ricco, per cui dormire nei villaggi della regione ha un costo mediamente superiore rispetto al resto del Regno Unito, in alcuni casi comparabile a quello di un alloggio economico a Londra.

Per quanto sia comunque possibile navigare tra sistemazioni, stanze e alloggi più o meno economici come ostelli, campeggi o hotel più moderni, il mio consiglio nel cercare un alloggio nelle Cotswolds è di spendere qualcosa in più e di dormire in una residenza storica o in un cottage, magari all’interno di uno di quei paesini pittoreschi come Snowshill o Castle Combe. Fidatevi quando vi dico che vivrete un’esperienza al di fuori dal tempo, in un’atmosfera di pace e agiatezza cullati dalle comodità della nostra epoca.

Cercando online troverete diverse sistemazioni fantastiche di questo genere includendo cottage con giardino, glamping, per passare per stanze in B&B e storici lussuosi hotel da cinque stelle con spa.

Considerate un budget che varia dai 75£ ai 130£ per notte per una stanza doppia in un B&B o per un piccolo cottage con cucina, per salire di molto se valutate i boutique hotel.

Le Cotswolds coprono un territorio piccolo con molto da vedere. Fortunatamente la regione non è molto grande per cui postarvi da un villaggio a un altro, come anche da nord a sud, non vi richiederà più di un’ora. Valutate di dormire nella stessa sistemazione, così da riuscire a garantirvi un notevole risparmio.

Dove abbiamo dormito noi

Durante il nostro weekend di relax nelle Cotswolds ci siamo spostati frequentemente, ma abbiamo comunque scelto di trascorrere due notti presso lo stesso cottage, sia per una questione di comodità che per sfruttare un notevole risparmio economico. Il nostro viaggio era volto al risparmio, per cui abbiamo scelto una sistemazione dotata di una buona cucina per gestire ogni colazione e cena con la spesa fatta in un vicino supermercato. La mattina ci alzavamo con calma, preparavamo la colazione (a volte anche con una fetta di torta comperata al mercato il giorno prima) e uscivamo di casa alle 09:30, tornare verso le 17:00, fare la doccia e chiudere con una bella cena fatta in casa. Le serate finivano sempre sul divano con un calice di vino, coperta calda, a guardare film natalizi e serie tv. Non potevamo chiedere di meglio!

Il delizioso panino carbonara che abbiamo cucinato per cena

Nel corso del nostro viaggio nei Cotswolds abbiamo soggiornato in un piccolo e confortevole cottage in pietra con giardino e posto auto. Il cottage era privato, sistemato su di una collina nel villaggio di Nailsworth, un piccolo centro abitato fornito di tutti i comfort, incastonato in una verde conca molto tranquilla e circondata dal verde. La posizione era ottimale, centrale alle Cotswolds, e in appena 30 minuti ci permetteva di raggiungere i principali villaggi scelti nel nostro itinerario.

Per trovare il nostro alloggio ci siamo affidati ad Airbnb, che ci ha concesso di trovare questa piccola perla tipicamente inglese a 10 minuti di passeggiata dal centro. Il centro di Nailsworth è molto piacevole e si trova a portata di passeggiata dal nostro cottage. Non mancano le tipiche casette in pietra e qualche monumento storico, i pub dall’aspetto elegante e dall’ambiente caloroso come anche piccole botteghe, pasticcerie, coffee shop e grandi supermercati con tutto ciò che vi serve per cucinare una gustosa cenetta a casa. Ogni sera scendevamo al villaggio per una passeggiata sulle strade ghiacciate, e non mancava una birra al pub seduti sui divani di pelle a crogiolarci davanti al camino.

Il nostro cottage era molto moderno e dotato di ogni comfort. Si sviluppa su due piani con una cucina e salottino in openspace con divano e caminetto elettrico. Al piano di sotto la stanza da letto, piccolina ma comoda, e il bagno con doccia. La proprietaria si è dimostrata fin troppo gentile facendoci trovare tutto l’indispensabile in casa, compreso di un piccolo aperitivo di benvenuto, caffè, latte, tè e tutto il necessario per cucinare e per fare la doccia! In casa ci ha lasciato una guida alla zona con i suoi suggerimenti personali su che cosa provare nel villaggio e nell’intera area delle Cotswolds. Non potevamo trovare un alloggio migliore! Vi lascio qui il link!

Altre sistemazioni economiche nelle Cotswolds

Qui di seguito vi lascio un’ulteriore lista dei migliori alloggi economici dove soggiornare nell’area delle Cotswolds, un misto di hotel, cottage, ostelli, campeggi e bed and breakfast. Spero troverete qualcosa che fa al caso vostro!

Inutile dire che la maggior parte degli alloggi più economici si trovano al di fuori dei villaggi più celebri e pittoreschi, ma comunque in location molto belle e sufficientemente vicine per riuscire a raggiungerli con al più 30 minuti di guida. Tutte gli alloggi che vi ho elencato sono particolarmente belli e comodi, per cui non dovreste mancare di nulla!

Se nessuna di queste sistemazioni dovesse avere disponibilità per il periodo di vostro interesse allora continuate la vostra ricerca con Airbnb dove potrete consultare tra molte altre opzioni magari un po’ meno da fiaba, ma comunque molto confortevoli e belle.

Gli hotel e i cottage più belli dove dormire nelle Cotswolds

Se preferite optare per altre opzioni, ce ne sono diverse (e mi sento di dire non proprio economiche) in alcuni tra i villaggi più belli delle Cotswolds. Nella lista troverete sistemazioni più modeste, ma spiccano soprattutto boutique e luxury hotel ricavati da antiche ville e palazzi storici di grande prestigio, che si sono fatti un nome per la bellezza dei loro palazzi e per il servizio d’alta classe.

Tra gli alloggi più comodi ed eleganti nelle Cotswolds vi suggerisco:

  • Broadway, Dumbleton Hall Hotel: una tipica residenza di campagna del XIX secolo che vi farà sentire parte della gentry inglese non appena varcherete la soglia. In alternativa considerate The Lygon Arms, un prezioso albero in un edificio di oltre 600 anni con una meravigliosa spa dedicata agli ospiti. Sempre a Broadway potete trovare Abbots Grange Manor House, un luxury hotel davvero elegante con una grande cura e attenzione ai dettagli.
  • Castle Combe, The Manor House hotel, dotato di golf club e di un bellissimo parco con giardino, è forse uno dei boutique hotel più belli dove soggiornare nelle Cotswolds, situato tra l’altro nel villaggio più celebre dell’intera area.
  • Cirencester, Barnsley House, un hotel ricavato da un’elegante casa coloniale nel villaggio di Barnsley, a pochi minuti da Cirencester. L’elegante dimora è accompagnata da una spa e da uno splendido giardino e da un orto ben curato, da cui crescono e raccolgono alcuni degli ingredienti utilizzati nei pasti.
  • Stow-on-the-WoldThe Kings Arms Hotel: esattamente nel centro del paese, sembra di tornare indietro nel tempo. In alternativa provate il The Old Stocks Inn, comodo ed elegante, particolarmente apprezzato per chi viaggia con gli amici animali.
  • Bourton-on-the-waterChestnut B&B: un b&b nel centro del paese, pulito e accogliente.
  • Bibury: il nome di spicco in zona è The Swan Hotel, uno dei migliori pub con camere nell’intera regione delle Cotswolds con stanze eleganti e un edificio fantastico, a pochi passi dagli storici cottage di Arlingtow Road.
  • Upper Slaughter, The Lord of the Manor è un favoloso hotel ricavata da una residenza coloniale inglese nel mezzo delle colline di Upper Slaughter con cucina stellata, camera lussuose e un giardino ben curato, tutto immerso nella cornice dei boschi inglesi.
  • Lower Slaughter, The Slaughters Country Inn: si trova nel centro del villaggio di Lower Slaughter ed è celebre non solo per la bellissima location, ma anche per l’eccelsa qualità del cibo servito. Un’alternativa tanto bella quando comoda e servizievole è The Slaughters Manor House, un boutique hotel ricavato da un’elegante dimora con un ampio parco circonstante.
  • Castle CombeThe White Hart: a 10 minuti di auto dal centro, ma è così affascinante che non vi pentirete!
  • Painswick: l’elegante e romantico The Painswick Hotel;
  • Celtenham: provate Ellenborough Park, una sontuosa residenza di campagna con 61 stanze e suite e un favoloso parco ricavate da un’edificio del XV secolo.
  • Moreton-in-Marsh: il The Manor House Hotel, uno storico albergo a quattro stelle ricavato da un edificio del XVI secolo, con un rinomato ristorante premiato.
  • Alderton: il Bells Cottage, una casa vacanze ricavate da uno degli storici cottage vittoriani della contea. Letti a baldacchino, una cucina moderna con sala da pranzo e un caminetto da favola. Soggiornare qui vi regalerà la più autentica esperienza nella campagna inglese!
  • Tetbury, Calcot & Spa, una moderna residenza ricavata da un antico casolare di campagna dove l’intera esperienza è dedicata al relax e al benessere personale, con una cucina ricercata e ovviamente grandi piscine e una spa.

Come vedete sono davvero tanti, e ognuno offre servizi simili tra loro, tutti orientati alla cura e all’attenzione dei loro ospiti. Se avete intenzione di passare una vacanza luxury all’interno delle Cotswolds vi suggerisco quindi di consultarne alcuni, e di scegliere quello che meglio si adatta al vostro budget o alle vostre necessità.

Attività da provare nelle Cotswolds

Sia che siate da soli, con amici o con la vostra famiglia, le Cotswolds offrono una grande varietà di attività e di attrazioni capaci di divertire e sorprendere.

Quindi non solo piccoli villaggi pittoreschi, tenute storiche e pomeriggi rilassanti tra pub e sale da té. Ogni città offre diverse esperienze legate legate al luogo e alla vita della regione, come non mancano i diversi percorsi e itinerari per gli appassionati di trekking che qui potranno sbizzarrirsi con lunghe camminate tra i villaggi passando per boschi e affiancando lunghe distese di colline e campi coltivati.

Ci sono anche attività più adrenaliniche e vivaci tra cui scegliere come gite a cavallo, escursioni in bicicletta o corsi di vario genere. Chi vuole rilassarsi può fermarsi per una degustazione di buona birra, gin o piatti della buona cucina locale.

Vediamo insieme una lista delle più belle attività da provare nelle Cotswolds.

Migliori passeggiate nelle Costwolds

Partiamo dagli itinerari e dai percorsi più lunghi, le celebri Way, i cammini da intraprendere in più e più giorni:

  • La Cotswolds Way (100 miglia / 160 Km): la più celebre, nonché la migliore per vedere le Cotswolds nella loro magnificenza. Con oltre 100 miglia da coprire a piedi da Chipping Campden a Bath, il lungo percorso premierà ogni vostra fatica con panorami mozzafiato, villaggi stupendi e tenute storiche mozzafiato. Il tempo medio di percorrenza è di 10 giorni e può variare a seconda della vostra preparazione fisica. Se non volete o non potete seguirla tutta potete percorrerne alcuni pezzi, seguendo i percorsi ad anello che si sviluppano nei pressi di alcuni dei villaggi attraversati. Per maggior informazioni visitate la pagina ufficiale.
  • The Wychavon Way (67.5 miglia / 108 Km): creata per celebrare il Giubileo d’argento della Regina Elisabetta II nel 1977, si tratta di una tranquilla passeggiata tra prati, boschi, frutteti e pascoli lungo il fiume. Lungo ben 67,5 km, parte dalla città termale di Droitwich e porta allo splendido villaggio di Broadway. Il percorso fa tappa in diversi villaggi villaggi tra cui Flyford Flavell e Lenches. Anche in questo caso, potete valutarne di percorrerne alcune parti, a vostro piacimento. Per maggiori informazioni, visitate questa pagina.
  • The Winchcombe Way (42 miglia / 67.6 Km): si tratta di un percorso a forma di otto (42 miglia) incentrato sulla città di Winchcombe, nel Cotswold. L’itinerario offre agli escursionisti un percorso tra alcune delle più belle gemme nascoste dei Cotswolds settentrionali tra cui la Farmcote Valley, Stanway House e il suo delizioso murino restaurato, i panorami da Langley Hill prima di scendere a Gretton e attraversare Alderton. Alla fine si scende verso Winchcombe dove ti aspetta una splendida vista del Castello di Sudeley e della campagna circostante. Per maggiori informazioni visitate questa pagina.
  • The Diamond Way: (104 miglia / 167.37 Km) si tratta di un percorso creato per celebrare i 60 anni del Ramblers’ North Cotswold Group, un associazione di locals appassionati di passeggiate ed escursioni tra le meravigliose colline delle Cotswolds. Con ben 104 miglia di sentieri pensati e intrecciati per creare sulla mappa la forma grezza di un diamante, la passeggiata si estende da Northleach a sud fino a Chipping Campden a nord e da Guiting Power a ovest fino a Bourton-on-the-Water a est. Seguendolo da un punto all’altro, attraverserete terreni agricoli ondulati e boschi idilliaci, oltrepassando sonnolenti borghi di pietra color miele e lungo ruscelli serpeggianti. Il percorso richiede circa una settimana per essere completato. Per maggiori informazioni, visitate questa pagina.
  • The Blossom Trail (39.79 miglia / 64 Km) parte dalle paludi alluvionali del fiume Avon e si addentra nella Valle di Evesham, passando per l’omonimo villaggio e affiancando terreni agricoli, frutteti e campi, bellissima durante tutto l’anno e in particolar modo in primavera quando il sentiero è variopinto dal bianco e rosa dei meli e dei ciliegi in fiore. Lungo in tragitto non è raro trovare negozi o banchetti che vendono i prodotti delle fattorie e degli artigiani locali. Vi lascio li link a una pagina esterna con maggiori informazioni.
  • The Windrush Way (14 miglia / 22.5 Km) una passeggiata circolare che collega la Cotswold Way a Winchcombe con l’Oxfordshire Way a Bourton-on-the-Water per offrire un percorso delizioso attraverso le famose colline del Cotswold. Lungo il percorso si incontrano diverse attrazioni inclusi il Castello di Sudeley, Gazeley Wood e Westfield House. Il sentiero sale sulle colline, attraverso i resti di alcuni villaggi medievali perduti e lungo il tranquillo fiume Windrush. Si tratta forse del percorso più indicato per gli escursionisti appassionati che cercano una giornata piena nell’innegabile fascino delle Cotswold. Ecco un link per maggiori informazioni.

Se non siete interessati a cammini di più giorni ma desiderate semplicemente godervi una rialssante passeggiata che duri mezza giornata o un giorno intero, lasciatemi consigliare:

  • Gli Slaughter e Burton on the Water (5.9 miglia / 9.5 Km) questa è una delle mie passeggiate preferite perché non è molto lunga (appena 4 ore di tragitto), passa attraverso villaggi e panorami bellissimi e non è per nulla stancante. Si tratta di un itinerario ad anello breve che da Upper Slaughter segue il corso del ruscello fino al mulino ad acqua e ai ponti pedonali in pietra di Lower Slaughter. prima di svoltare verso la bella Bourton, riposando le gambe stanche accanto al corso del fiume Windrush. Da qui, si riprende il sentiero attraverso la campagna per raggiungere nuovamente Upper Slaughter in appena 90 minuti. In alternativa, potete unirvi brevemente all’Oxfordshire Way nella sua marcia verso Wyck Rissington, quindi dirigetevi a nord tra siepi e strade di campagna, per raggiungere Stow-on-the-Wold, da cui potete prendere un autobus per ritornare a Upper Slaughter. Qui tutte le informazioni sul percorso circolare.
  • Brendon Hill lungo la Wychavon Way (10 miglia / 16 Km): la salita fino a Brendon Hill vi regalerà una veduta mozzafiato sulle Cotswold in un percorso di sole 10 miglia, quindi adatto a un’escursione in giornata. Partendo da Pershore, segui la Wychavon Way accanto al fiume Avon prima di intraprendere la ripida salita fino alla cima di Bredon Hill. Qui puoi fermarti per pranzo, prima di scendere a sud-est fino ad Ashton under Hill: da qui puoi prendere l’autobus 540 per Evesham, seguito da un brevissimo viaggio in treno per tornare a Pershore.
  • Da Winchcombe a Clevel Hill (5.5 miglia / 8.85 Km): più breve del precedente (fattibile in mezza giornata), questa passeggiata porta a visitare il punto più alto dei Cotswolds, il suo castello più grandioso e uno dei suoi monumenti più antichi. Partendo dall’ex capitale sassone di Winchcombe, segui la Cotswold Way verso sud, fermandoti ad ammirare i giardini del castello di Sudeley del XV secolo per poi raggiungere il cimitero di Belas Knap, risalente a 5.000 anni fa. Si termina con la ripida salita fino alla cima di Cleeve Hill da dove puoi ammirare dall’alto l’ippodromo di Cheltenham e la cattedrale di Gloucester. Il tragitto termina al villaggio di Cleeve Hill, dove puoi prendere un autobus di ritorno a Winchcombe. Trovate qui maggiori informazioni sull’itinerario.
  • Il percorso circolare da Bibury a Coln St Andrews (6 miglia/ 9.65 Km): se cercate un percorso circolare da completare in giornata questo potrebbe proprio fare al caso vostro. Potete partire da Coln St Andrews per seguire verso Yew Tree Lodge e camminare attraverso una fattoria e campi verde brillante fino a raggiungere Arlington. Da lì, il percorso è facile fino a Bibury, dove potrai trascorrere un po’ di tempo per una rilassante pausa pranzo mentre ammiri la bellezza degli storici cottage a lato bacino. Si risale poi brevemente lungo la Coln Valley per ritornare al bivio da dove siete partiti. Vi lascio qui la mappa nel caso foste interessati a seguire il sentiero.
  • Da Chipping Campden alla Broadway Tower (6 miglia / 9.65 Km): questo itinerario parte e finisce presso due tra i punti più celebri e belli nelle Cotswolds, attraversando il confine tra Gloucestershire e Worcestershire e offrendovi alcuni tra i panorami più belli di quest’area dell’Inghilterra. Una volta raggiunta la Broadway Tower, nelle giornate del bel tempo potreste ad arrivare a vedere fino a 16 contee! Da qui potete scendere fino al villaggio di Broadway, tornando a Chipping Campden lungo i sentieri paralleli a nord oppure prendendo l’autobus 608. Qui maggiori informazioni sul tragitto.
  • La Villa Romana di Chedworth’s sulla Monarch Way (4 miglia / 6.43 Km): si tratta di un percorso ad anello che partendo dagli antichi resti della villa romana di Chedworth prosegue tra i boschi incontaminati della zona passeggiando tra querce, noccioli e faggi. Dal villaggio di Chedworth, seguite la Monarch’s Way verso nord fino alla villa, quindi proseguito verso est lungo le rive del fiume Coln. Arrivati al ponte sul fiume non attraversatelo, ma seguite attraverso al bosco fino al villaggio.
  • Da Painswick alla Slad Valley lungo la Wysis Way (5 miglia / 8.04 Km): il percorso si trova nei pressi Stroud, un villaggio che sulla mappa ricorda un po’ una stella marina per via delle cinque valli verdeggianti che si irradiano dal suo centro. La più bella è forse Slad Valley, caratteristica con i suoi boschi intricati e i giardini terrazzati. Partendo dal sagrato della chiesa di Painswick seguite il sentiero verso il piccolo villaggio di Paradise, quindi segui la poco battuta Wysis Way attraverso i terreni agricoli fino a Slad. Qui potete trovare ristoro a The Woolpack, una vecchia locanda vecchia di tre secoli, prima di ritornare a Stroud con i mezzi pubblici locali. Qui le informazioni sul percorso circolare (ma trovate anche l’itinerario per il tragitto più breve).

Esperienze da provare

Le Cotswolds offrono un ambiente di relax perfetto per ogni tipo di viaggiatore che abbia interesse a visitare, sia che vogliate essere attivi, sia che cerchiate un’esperienza di totale rigenerazione e di riposo. Le esperienze che potete provare sono davvero tantissime, dall’attività fisica all’aria aperta con scalate, camminate, le escursioni in bicicletta o in kayak, come anche cavalcate a cavallo, degustazioni e rilassanti giornate in piscina o in spa.

Questa regione è perfetta per le passeggiate, con verdi colline attraversate da numerosi sentieri, valli fluviali tranquille e incantevoli cittadine e villaggi di pietra. Nel territorio, non mancano accoglienti pub, coffe shop, gli straordinari farm shop e le sale da tè.

Le attività da provare nel corso di un viaggio nelle Cotswolds possono essere davvero tante e non faticherete a trovare alternative presso ogni villaggio, potendo scegliere quella che più vi interessa e fa al caso vostro.

Anziché elencarne (sono davvero tante) preferisco lasciarvi il link a questa pagina dell’ente turistico delle Cotswolds, dove potete trovare tantissime opportunità e filtrarle per categoria, località, date, accessibilità e recensioni.

Cosa mangiare e bere nelle Cotswolds: i piatti e i prodotti tipici

Le Cotswolds sono celebri in tutto il sud d’Inghilterra per la vasta produzione di materie prime di qualità di cui sia i privati cittadini che i cuochi dei pub e ristorante di ogni villaggio sfruttano per preparare i loro piatti con attenzione e passione.

Molto buoni sono tutti i prodotti coltivati in loco (particolarmente gustosi sono gli asparagi) e gli animali allevati nelle fattorie. dai quali vengono ricavati prodotti freschi di prima qualità.

Tra i piatti gustosi da assaggiare nelle Cotswolds ci sono le “pie” di carne o di formaggio, che potete trovare sia nei pub o ristoranti, sia vendute da riscaldare nei negozi o nei farm market.

I mercati (di cui parliamo nella prossima sezione del blog) sono i posti migliori dove assaggiare la freschissima materia prima e i prodotti di produzione locale, che potrete comperare e assaggiare molto spesso dai produttori stessi.

Assaggiate la torta degli allevamenti di Bibury, il formaggio di Cerney – meglio ancora se andata alla The Cotswold Cheese Company di Stow-on-the-Wold, dopo potete trovare tanti formaggi di fattorie diverse. Poi ancora, la mostarda di Teweskery, e il pane preparato con il grano e il frumento cresciuti nei campi che vi circonderanno. Particolarmente celebre è quello di Hobbs House Bakery, da cui potete acquistare anche online.

Troverete tantissime marmellate, chutney (ricavati dalla frutta), miele, e tisane.

Non manca il gelato, buonissimo è quello di Winstones, preparato con ingredienti e latte provenienti dalle fattorie in loco. Non saltate un assaggio di scones e cream tea (decisamente buono è quello di Lucy’s Tearoom, non troppo economico ma insuperabile). Mangiate un sausage roll fatto con la carne di maiale locale o in versione vegetariana (d’obbligo è la fermata da Broadway Deli a Broadway, dove potete trovare molte altre delizie locali).

La zona è celebre anche per la produzione di birra e di distillati. Tra i microbirrifici locali, che producono birra con solo ingredienti delle Cotswolds, non posso non citarvi la Stroud Brewery, la Cotswolds Lion Brewery, la Donnington Brewery e la Hawkstone Brewery, che tra l’altro produce le birre derivanti dai campi coltivali di Jeremy Clarkson.

Non posso non citare infine la Cotswolds Distillery, situata in una bellissima location di campagna nella zona a nord delle colline, a Stourton. La distilleria è celebre in tutto il sud dell’Inghilterra per la produzione di ottimi gin, whiskey e vodka, come anche di liquori al cioccolato particolarmente saporiti. Insieme alla sede principale, dove potete recarvi per una visita guidata con assaggio, la distilleria ha anche due shop nelle località di Burton-on-the-Water e a Broadway, dove potete trovare tutti i loro prodotti. Da provare anche altre distillerie locali come Brennen and Brown Gin a Cheltenham,

Da provare anche il vino della Woodchester Valley, ricavato da uve bianche e con diverse sfumature fruttate, o quello prodotto da Three Choirs Vineyard a Neweten.

Dove mangiare nelle Cotswolds: i nostri consigli

Nel mangiare in un locale nelle Cotswolds troverete molta passione e attenzione ai dettagli, utilizzo di ingredienti di stagione e a chilometro zero. Dai piccoli cafè ai pub di villaggio, per passare i banchetti dei mercati agricoli fino ad arrivare a ristoranti stellati e gastro pub visitati da commensali che arrivano da ben lontano per gustare le prelibatezze rivisitate di questa terra.

La maggior parte dei ristoranti stellati si trovano in lussuosi hotel, anche questi di grande pregio. Tra questi includiamo The Dining Room al Whatley Manor con due stelle Michelin e il Le Champignon Sauvage a Cheltenham.

Alcuni tra i migliori pub economici nelle Cotswolds

Se preferite gustarvi la materia prima locale senza dover sostenere i costi ingenti di un ristorante stellato, allora è meglio affidarvi ai molti pub e coffee shop presenti nei villaggi. Noi vi lasciamo alcuni consigli in questo blog post dove vi parliamo di quelli provati nei villaggi che abbiamo visitato (tutti molto buoni e con un buon rapporto qualità prezzo), ma vi possiamo garantire che non faticherete di trovarne ovunque vi rechiate.

Se preferite risparmiare sui vostri pasti, fate come noi e prendete una sistemazione con cucina dove preparare i pasti con i prodotti deliziosi venduti nei mercati locali o nei bellissimi farm shop sparsi sul territorio. Le fattorie (farm) con un negozio (farm shop) sono diverse e tutte ben fornite.

Non dimenticate di affacciarvi nelle bakery, dove potrete assaggiare dei deliziosi scones o una fetta di victoria sponge cake, preparati dalle amorevoli mani dei locals.

Per concludere, vi lascio i nomi di alcuni tra i migliori farm market, farm shop e bakeries che potete trovare nei villaggi all’interno delle Cotswolds.

Migliori mercati nelle Cotswolds

Migliori farm shop nelle Cotswolds

Migliori bakery indipendenti nelle Cotswolds


Visitare le Cotswolds è una delle esperienze più autentiche che possiate fare in Inghilterra. A noi ha donato continui momenti di stupore, accompagnati da un totale relax derivante dall’atmosfera e dai ritmi lenti, in un contesto dove il contatto con la natura è stato totale!

Se le Cotswolds sono ideali come gita da Londra per immergersi nella campagna inglese, non sono l’unica opzione per chi è alla ricerca di idee per gite di uno o più giorni dalla capitale.

Anche in questo caso possiamo aiutarvi proponendovi alcune località meravigliose facilmente raggiungibili in treno:

Per maggiori informazioni sulla capitale inglese e su come viverla al meglio da local, senza farvi ingannare dalle trappole per turisti, leggete i nostri contenuti nella sezione Londra del blog.

Fateci sapere come andrà la vostra esperienza nelle Cotswolds! Vi auguriamo di passare delle splendide giornate visitando bellissimi villaggi, mangiando ottimo cibo e godendovi la campagna britannica.

Buona giornata e buon viaggio!